Cinquant’anni di Regione Lombardia

19417556 1370106419746999 7620790924372882698 o“Partecipo con emozione alle celebrazioni per i 50 anni del Consiglio regionale. Permettetemi un saluto, in apertura, alla persona che per prima ha avuto l’onore di guidare la Regione Lombardia: Piero Bassetti. La ricorrenza ha, per me personalmente, un valore particolare: tanti sono i ricordi che, da Presidente del Consiglio regionale prima e della Giunta poi, mi legano a questa istituzione, divenuta simbolo del lavoro e del progresso in Italia e in Europa” ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio FontanaPalazzo Pirelli, in occasione del 50° anno della nascita della Regione Lombardia e in particolare dello svolgimento del primo Consiglio regionale.

Prima dell’inizio dell’evento, sono stati inaugurati i primi pannelli di una mostra storica realizzata in collaborazione con l’agenzia Ansa, la cui completa esposizione e apertura al pubblico sono in calendario per il mese di ottobre e il Presidente Bassetti ha firmato il Libro d’Onore della Regione.

Al termine della cerimonia è stato proiettato un video sui 50 anni di storia della Regione realizzato dalla Fondazione Centro sperimentale di Cinematografia, presenti alcuni ex Presidenti del Consiglio regionale insieme ai componenti del direttivo dell’Associazione Consiglieri regionali.

Le elezioni per la Regione Lombardia si tennero il 7 e 8 giugno del 1970 e il 6 luglio ci fu la prima seduta non al Pirellone, che sarebbe stato inaugurato solo nel 1975 grazie a Gio Ponti, ma a Palazzo Isimbardi, sede della provincia di Milano.

Presidente del Consiglio Regionale era il democristiano Gino Colombo, che restò in carica per 5 anni.

La Giunta, guidata dal democristiano Piero Bassetti, si insediò il 28 luglio, poi si dimise il 5 luglio 1971.

Il primo statuto della Regione Lombardia fu approvato con una delibera consiliare il 30 ottobre 1970, il 22 maggio successivo divenne legge, rimanendo in vigore per 37 anni.

Nel 1975 arrivò il famoso stemma, la rosa camuna, dedicato alle incisioni della Valcamonica, e un gonfalone, che riproduce la rosa camuna e il carroccio, simbolo della battaglia di Legnano, avvenuta per liberare l’Italia settentrionale da Federico Barbarossa nel 1176.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964