• Home
  • NEWS
  • Coronavirus, a Milano arriva l’esercito

Coronavirus, a Milano arriva l’esercito

esercito milano 1Le richieste del governatore lombardo Attilio Fontana di dispiegare a Milano i militari per far rispettare le regole anticontagio è stata accolta dal governo.

Saranno 114 i militari in servizio a Milano e in Lombardia per garantire che le norme anticontagio siano applicate. Un primo passo ma non sufficiente secondo Attilio Fontana poiché la richiesta lombarda è stata accolta in maniera limitativa. 

Si parla di 114 militari su tutta la regione, mentre il governatore dice testualmente "io penso che sia d'uopo aggiungere uno zero per iniziare ad affrontare il problema".

attilio fontana regione lombardia

Dopodiché secondo il presidente lombardo "per fare un provvedimento bisogna essere in grado di farlo rispettare", e, "se non si ha il potere di avere a disposizione l'esercito o la polizia che lo fa eseguire", a detta di Fontana "rischia di essere una cosa inutile".

Tuttavia, "oggi il governo ha messo a disposizione questi numeri perché' sono quelli già presenti in regione- aggiunge- quindi credo sia una questione uscita dal comitato dell'ordine pubblico", e in virtù di ciò "sono assolutamente convinto che ne arriveranno altri e allora si potrà chiedere che vengano applicate questa ordinanze".

In tutta Italia si va verso lo stop a passeggiate, attività fisica all'aperto e giri in bicicletta, oltre a chiudere i supermercati alla domenica. 

Ad attaccare il governo per la manovra dei militari invece è l'ex ministro La Russa che critica il provvedimento con cui 114 nuovi militari sono impiegati in Lombardia nei controlli per il rispetto delle norme sul corona virus in quanto non corrisponde alla reale situazione. Infatti, a detta di Ignazio La Russa si tratta dei 114 militari già impiegati nell'area di Milano in ossequio alla operazione 'Strade sicure', e - continua - è necessario almeno triplicare in tutta italia il numero di militari delle Forze armate a sostegno delle Forze di polizia impiegate a far rispettare i divieti.

Per chi ha necessità inderogabili a spostarsi vi invitiamo a compilare l'Autocertificazione degli spostamenti predisposta dal Ministero dell'Interno e a rispettare il DPCM sugli Spostamenti Coronavirus: cosa è possibile e cosa no.

Resta aggiornato su tutte le novità a Milano e Lombardia, segui la nostra pagina facebook.

Leggi anche:

Coronavirus, bollettino contagiati al 20 marzo

Coronavirus: il racconto di Alessandro, docente a Pechino

Coronavirus: gratis a domicilio spesa e farmaci per over 65

Zone a rischio epidemiologico COVID-19 OMS

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964