• Home
  • NEWS
  • La Fase 2 dell’emergenza Covid-19: come riorganizzare i posti di lavoro

La Fase 2 dell’emergenza Covid-19: come riorganizzare i posti di lavoro

fase 2 misure da adottare 3La crescita dei contagi nel nostro Paese si sta attenuando ed è quindi necessario porre in essere tutte le azioni per consentire il riavvio, la riorganizzazione e la gestione delle attività lavorative nel contesto sviluppatosi a seguito della pandemia da COVID-19.

Il Governo italiano sta pianificando tempi e modi della cosiddetta Fase 2 per la riapertura degli esercizi commerciali chiusi tenendo in considerazione il fatto che dalle informazioni della comunità scientifica si apprende che il virus resterà presente anche una volta passata la fase epidemica ed è quindi necessario pensare agli effetti e alle ricadute sull'organizzazione delle misure di prevenzione e protezione dei lavoratori nei luoghi di lavoro e nei trasporti. L'applicazione dello smart working in tutte le realtà dove è possibile rimane una delle misure principe che ha dimostrato di funzionare portando benefici sia ai lavoratori che alle imprese.

A seguito della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale del 31 gennaio 2020 e alla sua evoluzione ci apprestiamo ad entrare in questa nuova fase, in cui dobbiamo imparare a convivere con il virus e quindi a mettere in cantiere modifiche organizzative.

Punti focali ora sono tempi e modi per il riavvio delle attività produttive, le modalità per riprendere progressivamente la mobilità delle persone e le loro individuali libertà, le necessarie modifiche alle abitudini collettive, e l'eventuale applicazione di norme differenziate per zone o per categorie professionali e classi di età.

Diverse sono le proposte che stanno emergendo a livello di Governo Centrale e Regionale. Tra le diverse idee, che saranno oggetto di specifici provvedimenti, diverse sono le misure minime su cui le istituzioni e le aziende stanno convergendo:

Accesso alle sedi di lavoro

Le aziende devono predisporre idonee misure da adottare per l’ingresso del personale e:

  • dotare tutti gli accessi dell'azienda di detergenti mani con relativa cartellonistica e vigilare sull'obbligo di utilizzo all'entrata; 
  • consegnare ad ogni lavoratore la dotazione di dispositivi di protezione individuale;  
  • prevedere la misurazione della temperatura corporea per l’accesso alle sedi di lavoro e nei luoghi di mobilità nei casi in cui il Comitato Pandemia COVID-19 ne richieda l’avvio, anche solo su gruppi specifici di persone;
  • gestire il numero di persone che contestualmente entrano/escono dall'azienda (rientro negli uffici delle sole persone indispensabili fisicamente, prevedere orari elastici e scaglionati per evitare assembramenti sia nelle aree di ingresso sia negli spazi comuni come spogliatoi, distributori di bevande, mense, corridoi ecc; 
  • prevedere una ventilazione continua dei locali e lasciare aperte le finestre dove c'è presenza di più lavoratori;

Distanziamento sociale

E’ bene predisporre, prima di riaprire, un corretto utilizzo degli spazi regolando la predisposizione dei layout e degli arredi cosi' da distanziare tutto il personale nonché tutte le persone che possono accedere nell'edificio ed in particolare:

  • prevedere una ventilazione continua dei locali;
  • normare e garantire il mantenimento della distanza fisica tra persone evitando che il personale occupi postazioni attigue o frontali;
  • regolare l’accesso agli spazi comuni presenti in modo che sia sempre rispettato il mantenimento della distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone presenti, introducendo ad esempio turnazioni, minima % di personale in azienda evitando di far rientrare chi può lavorare in smart working e predisponendo una diversa ripartizione/assegnazione degli spazi, ecc.; 
  • prevedere tempo ridotto di sosta nei locali comuni come mense, spogliatoi, aree snack e maggior distanziamento in quanto è difficile se non impossibile l'utilizzo di tutti i dpi;
  • regolamentare la fruizione degli spazi attraverso la creazione di percorsi obbligati con flussi unidirezionali; 
  • posizionare opportuna segnaletica orizzontale e verticale o interdizioni fisiche come catenelle da non superare, schermi in plexiglass a divisione delle scrivanie, ecc;
  • prevedere periodica sanificazione e disinfezione delle aree comuni con appositi detergenti e tramite apparecchi Ozonizzatori e pulizia giornaliera;

Potrebbe interessarti anche:

Coronavirus, come utilizzare correttamente le mascherine

Coronavirus, come e quando usare i guanti monouso 

Visiere facciali: cosa sono e come si usano

Calzari monouso: a casa i copri scarpe per gli ospiti

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964