• Home
  • CRONACA
  • Lombardia, nuova ordinanza: è obbligatorio uscire con mascherina da domenica 5 aprile

Lombardia, nuova ordinanza: è obbligatorio uscire con mascherina da domenica 5 aprile

Lombardia: da 5 aprile 2020 uso obbligatorio della mascherina
Confermate le misure restrittive stabilite lo scorso 21 marzo, in Lombardia viene introdotto nella nuova ordinanza l'uso obbligatorio della mascherina a decorrere da domenica 5 aprile e sino al 13 aprile.

La Mascherina ora è obbligatoria

Il governatore Attilio Fontana in queste settimane - durante le interviste e le conferenze stampa - ha più volte portato l'attenzione sulla preoccupazione verso il numero crescente di contagi nella regione Lombardia, esprimendo ripetutamente l'esigenza di misure più restrittive per contrastare il covid-19.
In tutta la regione da domenica 5 aprile 2020 sarà dunque obbligatorio indossare la mascherina oppure una protezione su naso e bocca per chi esce di casa, che sia per andare a fare la spesa o recarsi al lavoro.
Dall'inizio della pandemia i dati registrati in Lombardia sono drammatici, è l'assessore al Welfare Giulio Gallera che si occupa del bollettino giornaliero. I casi positivi accertati sono arrivati a 49.118, in ospedale i ricoveri sono a quota 12.002 e in terapia intensiva sono 1.326. I decessi sono 8.656. 

Attilio Fontana, presidente della Lombardia

Il presidente della Lombardia ha rilevato che "c'è troppa gente in giro" e ha ribadito che è necessario non uscire dalla propria abitazione per tutelare se stessi e le altre persone, inoltre non dobbiamo dimenticare il prezzo altissimo che sta pagando il personale sanitario nell'affrontare questa emergenza. E, come si legge su Repubblica, Fontana ha aggiunto: "Non abbiamo ancora raggiunto alcun obiettivo, se vanifichiamo lo sforzo i numeri ricominceranno a peggiorare: non uscite di casa".

Beppe Sala, sindaco di Milano

Anche il sindaco Beppe Sala, nel giornaliero messaggio registrato a Palazzo Marino per i milanesi, ha segnalato che "c'è troppa gente in giro" e ha avvertito che, rivolgendosi al prefetto e alla polizia, ha chiesto di intensificare il numero dei controlli. 
"Mettiamoci d'accordo (...) ognuno deve fare più che mai il suo dovere. Il mio è di stare qui a lavorare, ma se in questo momento il vostro dovere è stare a casa, dovete stare a casa". E come dargli torto?
 
 
Potrebbero interessarti anche:

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964