• Home
  • CRONACA
  • Necessità della Verità: la menzogna ci incatena

Necessità della Verità: la menzogna ci incatena

environmental protection pixOggi, alla mia età, mi rendo conto di quanto la Verità sia necessaria all'umanità per vivere una vita serena e giusta, e di quanto la Verità renda davvero liberi, e vi garantisco che sono stanco di sentire menzogne, a volte spacciate per vere. La verità è rettitudine nell'agire e nel parlare, detta anche veridicità, sincerità o franchezza.

Essa chiede di mostrarsi veri nei propri atti e nell'affermare il vero nelle proprie parole, tralasciando la doppiezza, l'ipocrisia e le promesse che ben si sa di non poter mantenere. La verità è anche giustizia, e di questo ne siamo tutti consapevoli. La falsa testimonianza o lo spergiuro possono portare alla condanna di un innocente o alla assoluzione di un colpevole.

Vi sono poi altri atti contrari alla verità come la calunnia, la maldicenza, il giudizio temerario. Pensiamo al grave danno che la calunnia e la maldicenza possono arrecare alla reputazione e all'onore di una persona, queste, portate all'eccesso, possono essere causa di gravi conseguenza per la persona che ne è colpita, sino a giungere al suicidio.

Anche la millanteria è apertamente contro la verità, così come l'ironia o la satira quando esagerano nell'esasperazione di un fatto o di un comportamento attinente la persona. La gravità della menzogna spesso è sotto valutata, eppure è causa di gravi conseguenze, tra cui la perdita di stima verso la persona che mente; non per nulla si dice che la menzogna appartiene fin dal principio al tentatore, ossia il demonio, menzognero per eccellenza. A volte può palesarsi la necessità di evitare uno scandalo che aggraverebbe ulteriormente la situazione di una persona già in crisi, quindi è, in questo caso, opportuna una discrezione rigorosa, che non significa però dire il falso. Un punto, a mio avviso, dolente, attiene la comunicazione sociale; l'informazione attraverso i mass-media deve essere al servizio del bene comune poiché la società ha il diritto ad una informazione fondata sulla verità, la libertà, la giustizia, la solidarietà. Sono rispettati questi diritti? Non mi pare proprio, la società odierna non ama la verità, basta guardare a fatti tragici avvenuti di cui ancora, dopo anni, nulla è dato sapere, è il trionfo della menzogna e dell'ipocrisia.

Ne abbiamo un chiaro esempio nel momento attuale che stiamo vivendo, mi riferisco alla pandemia del coronavirus, qual è la verità sulla sua virulenta manifestazione? Chi può dirlo tace la verità preferendo confondere le "carte in tavola". Purtroppo vi sono anche politici, e non solo, che fanno uso della menzogna, che promettono per ottenere il consenso e poi... La verità, essenziale anche in una coppia, ricordandosi che chi mente non ama, è necessaria anche tra genitori e figli.

Quanto scritto non vuole essere una paternale ne una predica, ma una costatazione di vita, possibile che non ci si renda conto che proseguire senza verità è causa dei mali della nostra umanità? Perché allora continuare su questa strada e non provare a cambiare metodo? Sono ultra convinto che è la verità che ci rende liberi, e che la menzogna ci incatena. Se ci pensiamo bene persino una bugia ha il potere di metterci una catena al piede togliendoci un poco di libertà.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964