• NEWS
  • Scala di Milano imbrattata da un gruppo di ambientalisti il giorno della Prima

Scala di Milano imbrattata da un gruppo di ambientalisti il giorno della Prima

  • Redazione MilanoFree.it

Nella mattinata di oggi, i cittadini di Milano si sono svegliati con una brutta sorpresa: la Scala di Milano è stata imbrattata da un gruppo di ambientalisti.attacco ambientalisti scala milano2022

Sant'Ambrogio è anche la giornata della famosa Prima della Scala e proprio durante il giorno più importante della vita culturale milanese, questa mattina, infatti, un gruppo di attivisti ambientalisti di "Ultima Generazione" ormai noto dalle forze dell'ordine, ha imbrattato il Teatro simbolo di Milano gettando vernice sulle porte d’ingresso con lo scopo dichiarato di sensibilizzare sull’emergenza climatica.

Le forze dell'ordine sono giunte rapidamente sul posto, i manifestanti non si sono opposti e dopo essere stati fermati sono stati li portati in Questura.

La notizia ha subito fatto il giro del web, e sta facendo discutere Milano. Alcuni cittadini sostengono che il gesto è stato un atto di vandalismo e hanno espresso la loro preoccupazione per la sicurezza della città. Altri, invece, hanno apprezzato il gesto dei manifestanti, sottolineando come sia necessario rispettare l'ambiente.

In ogni caso, i responsabili della Scala sono già al lavoro per i lavori di ripristino della facciata, in modo che l'opera possa tornare al suo splendore originale.attacco ambientalisti scala milano2022 2

Sulla pagina Facebook di "Ultima generazione" il manifesto dell'attacco: 

Sant’Ambrogio, patrono di Milano. Oggi per la città è grande festa, e si inizia davvero a sentire il Natale: l’albero in piazza è stato acceso giusto ieri sera mentre sparsi per la città se ne possono trovare tanti altri, c’è poi il mercatino degli “O Bej o Bej” in Piazza Castello e, come da tradizione, questa sera ci sarà la prima al teatro della Scala.

Verrà messa in scena l’opera “Boris Godunov” di Musorgskij. Certo, non una di quelle opere che si conoscono per “sentito dire” anche se non si è appassionati di teatro. In sostanza, è la parabola di uno zar sanguinario, e delle conseguenze terribili che può portare una violenta sete di potere (per essere un po’ profani ma per farla breve, è un po’ una sorta di “Macbeth” russo, diciamo).

Che meraviglia, vero?

Ad assistere alla prima ci sarà il presidente della repubblica  Mattarella, il presidente Meloni, la presidente Von der Leyen e tantə altrə. Uno sfarzo di potenti, di politici, di chi sa perfettamente di stare guidando un mondo che muore anche per causa loro.

Godunov nella storia fatica a governare anche a causa di disordini, di povertà, di una carestia troppo brutale da sopportare.

E loro saranno là, ad assistere.

Che dite, impareranno qualcosa dall’arte che si vantano di voler proteggere, o diranno solo che è tutto bellissimo per poi tornare a stanziare fondi ad aziende del fossile, ignorando le grida di chi muore?

Nel dubbio, questa mattina Alessandro, Simone, Bjork, Leonardo e Martina hanno colorato con della vernice lavabile l’entrata del teatro, e hanno gridato a pieni polmoni quanto tutto ciò sia atroce e paradossale.

Pin It

Copyright © 2006 - 2023 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964