Cachi: il cibo degli Dei

cachi-frutto-ricette-cucinaIl cachi o diospero (Diospoyros Kaki) è un frutto del tardo autunno dal sapore delicato e dolce. E’ originario della Cina e del Giappone e, in epoche passate, era conosciuto sia come “Mela d’Oriente”, sia come “Cibo degli dèi” (data la sua dolcezza e la colorazione dorata). Si presenta come un pomo color arancione quando maturo e verde quando acerbo.

Il periodo della raccolta coincide con la caduta completa delle foglie dall’albero, quando è possibile ammirare i frutti attaccati, come tante palline arancioni, ai rami scuri e spogli degli alberi ormai scheletrici. La polpa del cachi è giallo oro-arancione, gelatinosa e morbida, caratteristica che lo rende adatto a essere consumato anche con un cucchiaino da caffè.

Il cachi, come le noci, le castagne, la melagrana, la mela cotogna, e i corbezzoli, contribuisce ad arricchire la tavola degli italiani nei mesi freddi e ad addolcire i momenti di break o completare i pasti. In particolare, il cachi, è ideale come spuntino a metà mattina o metà pomeriggio.

cachi-ricette-benefici-frutti-cucinaProprietà benefiche

E’ ricostituente ed energetico, grazie al suo apporto calorico elevato. E’ nutriente e rimineralizzante, grazie al suo contenuto di proteine, zuccheri, acqua, vitamine, fibre e sali minerali.

E’ un regolatore intestinale, grazie alla proprietà lassativa che acquisisce a maturazione completa (quando la componente zuccherina ha raggiunto l’apice della diffusione; quando il frutto non è ancora maturo, viceversa, ha proprietà astringenti).

E’ diuretico e protettivo del fegato, ottimo quindi per depurarsi dopo grandi abbuffate. Raccomandato ai bambini e agli anziani (che possono facilmente consumarlo, data la consistenza morbida, semi-gelatinosa e a chi ha problemi di regolarità intestinale.

Data la quantità di zuccheri, il suo consumo è fortemente sconsigliato ai diabetici e alle persone in soprappeso. Il sapore è molto dolce, mieloso; nella qualità “vaniglia” tende ad essere, appunto, vanigliato. Addentando un cachi non completamente maturo, è possibile che sul palato e sulla lingua si avverta una sensazione astringente; in questo caso si dice che i cachi allappano.

Valori nutrizionali

I cachi dal punto di vista nutrizionali possono considerarsi frutti completi ma, essendo molto calorici, non è consigliato abusarne. Vediamo cosa contengono: circa 70 Kcal ogni 100 grammi, acqua, proteine, vitamina A e beta-carotene, vitamina C, fibre, potassio, fosforo, calcio.

Leggi anche:

Zenzero: proprietà ed uso

Melograno: fortuna e benefici

Le noci: semi oleosi gustosi e salutari

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.