• Home
  • CUCINA
  • Carlo Cracco cerca nuovi cuochi per l'Ambasciata del Gusto ad Abbiategrasso

Carlo Cracco cerca nuovi cuochi per l'Ambasciata del Gusto ad Abbiategrasso

chic nic carlo cracco

Il 15 maggio la prima domenica aperta al pubblico con la chef Ambassador Lucia Tellone.

A marzo 2016 è stato firmato dai migliori chef italiani e dal Ministero degli Affari Esteri, il Ministero per l’Istruzione, Università e Ricerca e dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali il Food Act, il piano di azione promosso dal Governo per valorizzare la cucina italiana di qualità, che intende dare continuità all'esperienza di Expo Milano 2015, coordinando un piano di azione per valorizzare le eccellenze enogastronomiche italiane.

I punti focali del Food Act, ossia la valorizzazione del prodotto enogastronomico italiano attraverso la cucina d’autore, l’alta formazione  e il rafforzamento della filiera tra agricoltura, ristorazione e paesaggio/turismo, sono da sempre gli obiettivi primari dell’Associazione Maestro Martino presieduta dallo chef Carlo Cracco, firmatario del protocollo.

A seguito di questo importante passo isituzionale il 14 maggio 2016 riapre al pubblico, ad Abbiategrasso, nell’ex convento dell’Annunciata, gioiello architettonico del Rinascimento alle porte di Milano, l’Ambasciata del Gusto. Il progetto, patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri, da Regione Lombardia, da Milano, Città Metropolitana, dal Comune di Abbiategrasso, dal Parco del Ticino e dalla Camera di Commercio di Milano, in linea con le attività dello scorso anno legate ad Expo, è ideato e promosso dall’Associazione Maestro Martino con lo scopo di formare e perfezionare cuochi alla cucina italiana e avvicinare il grande pubblico alla conoscenza del territorio e alla cucina con i prodotti a Marchio Parco del Ticino e quelli della filiera agroalimentare lombarda.

Il progetto si rivolge a studenti, professionisti e food lovers e si realizzerà tra l’altro con il coinvolgimento di giovani cuochi – diplomati e diplomandi degli istituti alberghieri e delle scuole professionali alberghiere della Lombardia con lo scopo di formare cuochi con una spiccata conoscenza del territorio del Parco del Ticino. In aggiunta all’attività didattica, tra maggio e ottobre 2016, saranno organizzate delle iniziative domenicali, aperte al pubblico, nelle quali i giovani cuochi (insieme a docenti, agricoltori e Chef Ambassador), sperimenteranno le competenze acquisite attraverso l’elaborazione di ricette a base delle eccellenze del Parco del Ticino.

Le principali formule di intrattenimento domenicale per il pubblico previste dal progetto saranno:

- Gli Chic nic: durante i quali saranno preparati gustosi cestini per la colazione sull’erba da consumare nel chiostro del’500 oppure in una serie di location indicate in appositi percorsi e sentieri (trekking/bicicletta) nel Parco del Ticino. Presso l’Ambasciata del Gusto saranno a disposizione, su prenotazione, venti biciclette Doniselli, marchio storico lombardo.
- I Brunch e gli Aperitivi: speciali ricette con ingredienti e prodotti del Parco del Ticino saranno disponibili per il pranzo domenicale o per un aperitivo all’aperto.
- La Scuola di Cucina: in tali iniziative gli Chef Ambassador, in collaborazione con alcunioperatori del territorio, saranno a disposizione del pubblico per insegnare e realizzare ricette a base di prodotti del Parco del Ticino.
- Corner gastronomico: in ogni appuntamento col pubblico sarà possibile acquistare i migliori prodotti delle aziende agricole del Parco del Ticino.In questi ultimi mesi sono stati selezionati i dodici giovani studenti, indicati dagli istituti alberghieri della Lombardia, che da maggio a ottobre frequenteranno gratuitamente l’Ambasciata del Gusto con l’obiettivo di studiare e diventare cuochi ambasciatori della Cucina Italiana. Gli studenti vivranno un’esperienza formativa unica nel suo genere con la possibilità di confrontarsi direttamente con gli chef Ambassador legati all’associazione Maestro Martino che si alterneranno ad altri chef ospiti e lavoreranno insieme ai protagonisti della produzione e della trasformazione agroalimentare del territorio.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.