• Home
  • CUCINA
  • L’osso buco, o meglio, l’ òs büüs

L’osso buco, o meglio, l’ òs büüs

L’osso buco, o meglio, l’ òs büüs in milanese
osso buco milanesePer cucinare un buon osso buco alla milanese, mai usare la salsa di pomodoro.
Questa era la scuola di mia nonna, ma in realtà sono moltissimi i fans e i sostenitori della scuola che vede l’ossobuco sposarsi bene con le passate.

In ogni caso, questa famosa pietanza milanese può essere servita sia come secondo piatto, che come piatto unico accompagnato da un altro protagonista della cucina di Milano: il risotto allo zafferano.
La parte di carne da cucinare per preparare l’ossobuco è la spalla della vitella da latte da cui si ricavano fette sostanziose contenenti l’osso. Il midollo all’interno dell’osso è la parte più grassa, ma una vera delizia. Componente essenziale della ricetta è la gramolada, in milanese gremolà che significa ridotto in grani. La gremolada è un trito di prezzemolo ed aglio che si lega molto bene alle scorze di limone per insaporire la nostra carne. La tradizione vuole che si aggiunga a fine cottura dell’ossobuco. Il 14/12/2007 il Comune di Milano ha concesso la Denominazione Comunale (De.Co) all’Ossobuco alla Milanese, una conquista sudata, ma assolutamente meritata!

Vai alla sezione Mangiare a Milano

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.