• Home
  • CUCINA
  • Ottobre: mese dei funghi, delle castagne e…

Ottobre: mese dei funghi, delle castagne e…

fungoOttobre è il mese che più di tutti rappresenta l’autunno… col suo clima, con i suoi colori, con i suoi frutti.
Molti sono i proverbi che circolano sull’ottavo mese dell’anno, tra questi alcuni riferiti proprio ai suoi frutti.

Ottobre e i funghi

Se ottobre piovarolo, pure fungarolo

Ebbene sì. I funghi sono tra le primizie che madre natura ci regala in questo mese, reperibili nei boschi o nei prati.

Vediamo quali sono quelli commestibili:

•  Porcini: a bassa quota (sebbene prevalentemente settembrini, alcuni esemplari si trovano ancora in ottobre);
•  Porcini neri: nelle quercete e nei boschi aperti;
•  Estatino: lungo i perimetri dei castagneti;
Chiodini, Russole, Steccherelli, Canterelli, Mazze di tamburo (prevalentemente nel sottobosco), Cimballi (prevalentemente negli spazi aperti).

I funghi sono ottimi alleati del sistema cardiocircolatorio, immunitario, osseo. Aiutano a combattere il colesterolo cattivo. Contengono Sali minerali (fosforo, magnesio, selenio, magnesio), betacarotene, vitamine del gruppo B, vitamina E, acido folico. L’apporto calorico è molto basso.

Ottobre e le castagne

Ottobbri vinu ‘nta utti e castagni ppi tutti (ottobre, vino nella botte e castagne per tutti)

De la Madòna del Rosare, castègne e zét per i strade (Per la Madonna del Rosario, castagne e gente per le strade)

Ottobre è il mese delle castagne, da assaporare arrostite o lesse, accompagnate da un buon vino novello. Per i milanesi suggerirei un buon San Colombano DOC o altri vini novelli tipici della provincia milanese (a tal proposito un altro proverbio: Ottobre, vino e cantina, da sera a mattina).

Dalle castagne si ottiene una farina molto usata nel settore dolciario e  creme varie.
Generalmente le castagne di piccole dimensioni si selezionano per la bollitura, mentre quelle più grandi sono più adatte per essere arrostite.

Le castagne possono essere conservate in vari modi:
Possono essere congelate crude: in seguito vanno scongelate lentamente e cotte subito dopo;
Possono essere arrostite, congelate (una volte raffreddate) e conservate per circa sei mesi.

Ottobre e…

Ottobre è anche il mese della melagrana, delle mele e pere cotogne, dei corbezzoli, della zucca (ottima per fare un pane autunnale speciale), delle noci, dei cachi, delle nespole (Per San Francesco la nespola al cesto; Per San Simone la nespola si ripone).

Ottobre è un mese ricco, da gustare!

Barbara

Vedi anche:
Vini tipici di Milano e provincia - Parte 1
Vini tipici di Milano e provincia - Parte 2
La castagna: proprietà e usi
Crema dolce e crema salata di castagne

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.