• Home
  • CUCINA
  • Vini tipici di Milano e provincia - Parte 2

Vini tipici di Milano e provincia - Parte 2

vino-lombardia-milanoEd ecco la seconda parte dedicata ai vini milanesi. Oltre al San Colombano DOC, descritto nel precedente articolo sui vini tipici di Milano e provincia – Parte 1, nel territorio milanese si producono il Verdea IGT e i vini Colline del Milanese IGT.

Ieri e oggi

La richiesta del mercato, oggi, ha provocato un cambiamento nella produzione del vino: si vuole diverso da “quello di ieri”, dal colore al profumo. È impossibile continuare a pretendere (o solo pensare) che il vino tipico sia quello di trent’anni fa. La tipicità non è statica, perché non sono più statici nemmeno il clima e il suolo, ma ciò che conta (a mio parere) è NON cambiare ciò che va ed è sempre andato bene.

milano-lombardia-viniEvviva i prodotti italiani!

A tutti gli amanti del buon vino è rivolta questa raccomandazione: scegliete la qualità dei prodotti IGT, DOC e DOCG italiani! Controllate le etichette e le zone di produzione! L’autenticità delle nostre coltivazioni va difesa e sostenuta, e si deve salvaguardare anche l’originalità dei nostri terreni agricoli caratterizzati da una lunga tradizione. Ciò permette ai nostri vini di reggere la concorrenza mondiale e magari superare i limiti imposti dal mercato globale.

Verdea IGT

Composizione e caratteristiche organolettiche
Vino bianco ottenuto dai seguenti vitigni: Verdea (85%), Riesling renano (15%); oppure Verdea, Chardonnay, Pinot bianco in proporzioni variabili.
Secco mosso, leggero, fresco, fruttato.
Da conservare, imbottigliato, solo alla vendemmia successiva.
Abbinamenti
Antipasti magri, pesce bianco di mare o d’acqua dolce, stuzzichini, carni bianche magre.

Colline del Milanese IGT

L’indicazione geografica IGT è riservata ai seguenti vini:
•    Bianco (anche frizzante e passito);
•    Rosso (anche frizzante e novello);
•    Rosato (anche frizzante).
I vini “Colline del Milanese” IGT, anche con la specificazione del vitigno, devono presentare le proprietà organolettiche proprie del vitigno e rispettare la seguente percentuale di alcolicità:
•    Bianco minimo 10%
•    Rosso minimo 10,50%
•    Rosato minimo 10,50%
•    Passito minimo 11%
•    Novello minimo 11%
•    Frizzante minimo 11%
Caratteristiche organolettiche
Bianco: color paglierino; odore delicato; sapore armonico, fresco e giovane.
Rosso: color rosso rubino; odore vinoso; sapore asciutto, fresco e giovane.
Rosato: color rosa di varie intensità; odore vinoso; sapore asciutto, fresco e giovane.
Passito: color giallo dorato o ambrato; odore aromatico; sapore dolce, vellutato.

Barbara

Leggi anche:

Vini tipici di Milano e provincia - Parte 1

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.