• Home

SIAM 1838 - Società Incoraggiamento Arti e Mestieri

L’Ottocentesco palazzo di via Santa Marta 18 ospita da 175 anni SIAM 1838 – Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri, così da essere ormai conosciuto come il Palazzo della SIAM. Il suo assetto attuale, a pianta quadrilatera irregolare con più corpi di fabbrica solo apparentemente ortogonali, è dovuto al preesistente lotto Seicentesco e alle necessità pratiche legate alle attività didattiche della SIAM di avere numerose e ampie aule, laboratori, uffici, una biblioteca, l’aula magna, un archivio e addirittura un museo.

Ricostruito tra il 1886 e il 1889da Francesco Pestagalli e poi da Archimede Sacchi (docente dell’Accademia di Brera e del Politecnico), il palazzo rispecchia nelle forme architettoniche neobramantesche il gusto diffuso nella seconda metà dell’Ottocento nell’ambito dello storicismo lombardo.

SIAM 1838 rappresenta una delle istituzioni più antiche e produttive che hanno accompagnato il processo d’industrializzazione di Milano, della Lombardia e di gran parte del nostro Paese dal Risorgimento ad oggi.

Fondata nell’agosto del 1838su iniziativa della Camera di Commercio di Milano da esponenti degli ambienti economici e culturali lombardi (Heinrich Mylius, Michele Battaglia, Antonio De Kramer, Giulio Curioni e Luigi Magrini), inizia la sua attività quasi 2 anni dopo: il 22 marzo 1841, sotto la presidenza di Heinrich Mylius.

Nata per favorire il perfezionamento tecnico-produttivo delle manifatture lombarde, originariamente esplica la sua attività con l’assegnazione di premi, riconoscimenti e sovvenzioni ad artigiani, capi operai, inventori e operatori economici distintisi per l’introduzione di elementi innovativi nei processi di produzione; appare però subito chiaro che “il miglior modo di favorire l’industria è quello di illuminarla con l’istruzione”, così che la SIAM si dedica all’organizzazione di corsi professionali articolati per settore. Il primo corso attivato fu quello di Chimica Industriale, al quale seguirono presto quelli di Fisica Industriale, Geometria Meccanica e Tessitura Serica, e in seguito innumerevoli altri. Nel 1863, da una costola della SIAM nasce il Politecnico di Milano; nel 1881 istituisce l’Esposizione Nazionale, che verrà poi chiamata Fiera Campionaria di Milano.

Prima scuola superiore serale d’Italia, voleva essere strumento di mobilità sociale oltre che di formazione professionale. Cresciuta col tempo in maniera esponenziale, la Società ospita nella sua sede alcuni corsi e scuole di particolare rilievo, come quello di scenografia computerizzata dell’Accademia d’Arti e Mestieri dello Spettacolo – Teatro alla Scala e l’Accademia di Formazione Manageriale per dirigenti e quadri degli enti pubblici.

Tra le sue strutture la Biblioteca (del 1844), che conserva più di 6000 volumi pubblicati dal 1584 ad oggi, tra cui una copia della 1° edizione italiana dell’Enciclopedia di Diderot e D’Alambert (ed. Lucca 1758-76) e una copia completa della Descrizione delle Arti e dei Mestieri di Du Monceau (1761-79); la Galleria dei Benefattori, dove sono conservate lapidi, iscrizioni e sculture dedicate ai fondatori e ai benefattori della Società, e l’Aula Magna. Degno di nota per il suo valore sia simbolico che storico-artistico è il gruppo marmoreo posizionato al termine della Galleria: il monumento ad Antonio De Kramer ed Enrico Mylius realizzato da Pietro Magni nel 1860.

Rossella

 

SIAM – Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri

Via Santa Marta 18, 20123 Milano

 

Leggi anche:

L'arte nelle mani. 175 anni di saper fare tra creatività e innovazione. SIAM 1838 Milano

Fiera Campionaria Milano

Pin It