• MODA
  • Giambattista Valli apre a Milano il suo primo negozio italiano

Giambattista Valli apre a Milano il suo primo negozio italiano

giambattista-valli-haute-couture-2014Finalmente giunge a Milano il creativo tra i più interessanti del panorama Moda degli ultimi anni, il romano di nascita ma parigino d’adozione, Giambattista Valli. Lo stilista che, prima del lancio della sua linea di moda nel 2005, ha avuto una notevole esperienza lavorativa presso diversi marchi di grande prestigio come Capucci, Fendi, Krizia ed Ungaro, per il quale è stato, tra l’altro, il direttore creativo.

Il Fashion Designer, dopo aver aperto ben due boutique in Passage de la Madeleine a Parigi, ha deciso quale sarà la prima sede italiana per il suo marchio. Infatti, a Gennaio, inaugurerà il suo primo negozio proprio nella nostra amata Milano, più precisamente in Via Sant'Andrea 12, nel cuore del Quadrilatero della Moda, zona dello shopping di lusso milanese per antonomasia.

Il negozio, nato da un'idea creativa di Valli, successivamente portata a realizzazione dall'architetto Luigi Scialanga, è ospitato all'interno della corte di uno dei palazzi storici di via Sant'Andrea, coprendo una superficie di 130 mq.

Giambattista-Valli-portraitIl monomarca sarà caratterizzato dalla presenza delle collezioni prêt-à-porter e accessori, tra cui non mancheranno i gioielli e la pellicceria. Inoltre, nella boutique verrà predisposto un servizio esclusivo per le pelli esotiche, che consentirà ai clienti di usufruire di ordini personalizzati di Valli Bags.

"Aprire una boutique è il modo migliore per mettere in scena il proprio mondo, la filosofia ed il lifestyle che lo accompagnano -  spiega Giambattista Valli - l'idea di questa mia boutique nasce dalla voglia di aprire delle "case Valli" nel mondo, ognuna dedicata allo stile e alla cultura del luogo".

"Milano inoltre - conclude lo stilista - è una tappa importante e oltremodo significativa, perché è la prima casa nel mio Paese di origine".

 

Mariarosa Petrungaro

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964