• MODA
  • Moda uomo per l’Autunno-Inverno 2017-2018

Moda uomo per l’Autunno-Inverno 2017-2018

  • Mirella Elisa Scotellaro

moda uomo autunno inverno2017 8L’imperativo è quello di seguire uno  stile sartoriale rivisitato ma, soprattutto, molto personalizzato nell'abbinamento con i nuovi accessori. C’è un richiamo allescuole di taglio e cucito” di una volta: è questo il denominatore comune di tutte le collezioni del prossimo Autunno-Inverno. Seguendo il filo conduttore dei bei tempi andati, Prada propone una rivisitazione del “completo” vecchia maniera, sdrammatizzandolo con grandi tasche a vista, evidenziate da profili e inserti colorati a contrasto


Il doppiopetto sui pantaloni morbidi è una delle proposte di Armani sia in versione monocolore, sia in un look “spezzato”, mentre i cappotti si allungano, talora di molto, e con Balenciaga guadagnano proporzioni più squadrate, in tinta unita o tessuti stampati.

Valentino recupera il più tradizionale dei montgomery - con tanto di cappuccio e di alamari - proponendolo in un'inedita versione azzurro-polvere, oppure con grandi quadri su fondo blu, abbinato con scarpe bicolore e borsa da lavoro, per andare in ufficio comodamente in pullover, però, al tempo stesso, offrendo un’immagine ultra-ricercata di sé .

È sportivo-elegante l’uomo del prossimo inverno, attento al recupero di uno stile sartoriale come accade con l’abito in velluto di Berluti o con i cappotti sette ottavi di N. 21 - capi spalla capaci di stare praticamente con tutto - senza rinunciare, nel contempo, ad un’occhiata verso le moderne tecniche di lavorazione delle materie prime degli accessori di ultima generazione, quali i nuovissimi zaini di Fendi, i marsupi di Louis Vuitton, gli scarponcini stringati di Ferragamo, portati con disinvoltura anche con outfit non propriamente sportivi.

moda uomo autunno inverno2018Ermenegildo Zegna trionfa con la sua maglieria, declinata in colori basici, come il bianco, il blu, il grigio, con dei dolcevita talmente belli e rifiniti da essere perfetti anche sotto il più classico dei completi in sostituzione della solita camicia, all'insegna della massima versatilità e della praticità quotidiana.
Inossidabile il chiodo, rinnovato nell’abbinamento con pantaloni larghi dall’aspetto orientaleggiante. Le tinte classiche sono su tutte le passerelle, nessuna esclusa: cammello, bianco, nero, grigio, blu, marrone; qua e là irrompono il rosso, l’arancio, il giallo e il bordeaux. Quanto alle fantasie, dappertutto imperversano quadrettati di ogni genere, dimensioni e specie.

Per i cultori di uno stile improntato alla zoofilia, ci sono le irresistibili stampe di animali di Dolce&Gabbana.  Intramontabili, poi, le geometrie di Versace e Missoni. E per il tempo libero? Insistono maglioni oversize, felpe extralunghe (Givenchy), jeans strappati e bomber (MSGM).

In totale controtendenza, per la prossima stagione invernale sfila a Londra l’uomo di Crag Green, dall'aria strana e trasognata, con incredibili e grossolane scarpe di lana, gilet di maglia, abiti realizzati con tappeti e borse in modalità campeggio che ricordano i sacchi a pelo. Per completare il quadro - tra provocazione e folklore - il marchio Agi and Sam presenta nell'occasione le sue sciarpe indossate dai modelli a copertura di buona parte del volto, quasi a volerlo nascondere e a sottolineare che, nella City, tutto - ma proprio tutto – può diventare oggetto di culto.

Pin It

Copyright © 2006 - 2023 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964