• Home
  • MONUMENTI
  • Mistero e scienza in Cattedrale: la meridiana del Duomo

Mistero e scienza in Cattedrale: la meridiana del Duomo

Il Duomo di Milano contiene, al suo interno, una bellissima e imponente meridiana. L’avete mai notata? Si trova proprio vicino all'ingresso, ed è composta da una striscia d'ottone incassata nel pavimento che attraversa la navata.

merdianaduomoSulla parete rivolta a sud, ad una altezza di 24 metri dal pavimento, è praticato un foro (gnomone) attraverso il quale, al mezzogiorno solare, un raggio di luce si proietta sulla striscia del pavimento, segnalando i due solstizi e la posizione del sole durante tutto l’anno. Questo gnomone fa passare il raggio solare investendo, giorno dopo giorno, tutta la placca di ottone e scandendo il corso annuale del sole, da un Solstizio all'altro transitando per tutti i segni zodiacali ma quello che è strano è che sia stato messo in risalto uno solo di questi segni zodiacali, collocato in posizione diversa, il Capricorno!

Chissà perché proprio quello? Alcuni attribuiscono un significato demoniaco a questo essere mitologico, oppure più semplicemente potrebbe essere che il sole del Solstizio invernale, che sancisce il ritorno della luce e l’impercettibile allungamento delle giornate, simbolicamente vada a colpire il “mostro” animalesco, le tenebre, per ristabilire il regno della Luce identificato nel cristianesimo con la venuta di Cristo. Potrebbe essere così ma potrebbe anche sottendere a qualche arcano messaggio da parte del costruttore di questo strumento solare, non vi pare?

Per evitare che in alcuni giorni dell'anno il foro d'ingresso della luce finisca in ombra, sul lato sud della chiesa manca un archetto di marmo. Lungo la linea metallica sono installate delle formelle di marmo indicanti i segni zodiacali, neri su sfondo bianco, con dei numeri che indicano le date di ingresso del sole.
Nel 1827 si eseguirono dei lavori al pavimento e vennero rimosse, tranne una, quella del solstizio d'inverno. Dopo 150 anni vennero rimesse al loro posto...

La fascia marmorea della meridiana è proprio davanti all'ingresso principale, eppure molti entrano senza vederla o considerarla... Ma se leggessero le guide o i pannelli, lo farebbero. Sono sicura che in molti invece, dopo aver letto questa storia, riusciranno ad appassionarsi e incuriosirsi per questo strumento inserito nel pavimento del maggior monumento milanese.

Lo strumento fu realizzato nel 1786 dagli astronomi dell’Osservatorio Astronomico di Brera: Giovanni Angelo de Cesaris e Guido Francesco Reggio. Essendo un orologio e un calendario solare perfettamente funzionante ha necessitato nel corso dei secoli di diverse verifiche e ripristini. Uno di questi fu effettuato nel 1827 e necessario a causa dell’abbassamento del piano del pavimento. Una seconda verifica venne effettuata nel 1929 dall’astronomo Luigi Gabba per conto del Regio Osservatorio Astronomico di Brera. L’ultima verifica effettuata fu eseguita nel 1976 in quanto gli scavi della metro e l’abbassamento della falda freatica causarono un ulteriore abbassamento del pavimento della Cattedrale. Fu anche allargato il foro gnomico sito in corrispondenza della volta della prima campata sud.
Attualmente la meridiana è funzionante!

Ho letto che anche all'esterno del Duomo c'è una meridiana che passa abbastanza inosservata, infatti non l'ho mai notata. Pare sia poco indicata quindi non mi resta che farci più attenzione la prossima volta che ci passerò!

Manuela Taverna

 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.