Ospedale militare di Milano

ospedale militare milanoL’Ospedale Militare di Milano trae le sue origini dall’Ospedale di Sant'Ambrogio, istituito al tempo della Repubblica Cisalpina presso il Monastero attiguo alla omonima Basilica e successivamente divenuto sede dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in Milano.

Lo storico edificio fu utilizzato dal 20 marzo 1799 come Ospedale Militare per il ricovero dei feriti e malati italiani e francesi, primo Ospedale esclusivamente Militare d’Italia. La sua amministrazione fu affidata alla Ragioneria del Civile Ospedale Maggiore di “Cà Granda” fino al 1803, quando fu istituita l’amministrazione autonoma dell’Ospedale Militare di Sant’Ambrogio. Nel 1807 il viceré d’Italia Eugenio di Beauharnais istituì presso l’Ospedale Militare di Sant’Ambrogio una Scuola di Anatomia e due cliniche “a vantaggio dei giovani medici militari”: una medica affidata al Rasari e una chirurgica affidata al protochirurgo Assalini, nelle quali insegnarono anche maestri insigni quali il Rima, il Brambilla e il Pastro.

Ebbe così origine la prima Scuola di Sanità Militare, successivamente unificata a quella di Firenze che, nel 1853, per la grave carenza di medici laureati in Milano fu equiparata a primo nucleo di Facoltà Universitaria di Medicina e Chirurgia. L’Ospedale Militare di Sant’Ambrogio è stato spettatore e partecipe di molti eventi: il ritorno degli Austriaci nel 1814 e la loro permanenza sino al 1859; le cure ai feriti delle cinque giornate di Milano del 1848, a quelli di Magenta del 1859, a quelli di San Martino e Solferino, a quelli della Guerra Coloniale e a quelli della Grande  Guerra.


Attualmente l’ospedale, oltre che nell’alimentazione dei teatri internazionali con proprio personale sanitario, è impegnato a realizzare tutte le sinergie possibili interistituzionali dedicando impegno organizzativo ed attenzione alle fasce sociali deboli (anziani soli, veterani, cronici, pazienti affetti da patologie invalidanti complesse a gestione multidisciplinare) e sviluppando in collaborazione con Regione Lombardia progettualità di ricerca finalizzate alla ottimizzazione delle risorse e delle professionalità, alla tele - assistenza e al contenimento dei costi, al miglioramento degli assetti organizzativi nella gestione dell’emergenza- urgenza e alla integrazione del Servizio Sanitario Regionale con il Servizio Sanitario Militare.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.