Ecomuseo Adda di Leonardo da Vinci

Volete passare una giornata nel verde della natura senza trascurare l'aspetto culturale? Ebbene vi invito a visitare l'Ecomuseo Adda di Leonardo da Vinci, che si trova a Trezzo sull'Adda in via Padre Benigno Calvi, 3. L'Ecomuseo segue il corso del fiume Adda lungo un percorso ciclopedonale di 21 km.

schermata 2018 06 29 alle 07.01.07 minLo scopo dell'Ecomuseo è quello di valorizzare il patrimonio naturalistico, architettonico, storico, ingegneristico, valorizzando la presenza del genio Leonardo da Vinci, che qui compì studi legati all'idraulica e alla navigabilità del fiume Adda.

L'idea dell'Ecomuseo è dovuta all'ingegnere Mario Roveda, poi approvato dalla Commissione Europea nel 1998, e all'accordo tra Ministero dell'Ambiente e Regione Lombardia, inserendo anche il restauro del Santuario della Rocchetta.

L'Ecomuseo è completamente all'aperto, snodandosi per 21 chilometri da nord a sud lungo le rive del fiume Adda. È suddiviso in 18 tappe, chiamate " sale", alcune raggiungibili in automobile e con parcheggio.

Ecco un elenco delle 18 " sale" che si possono visitare.

- Traghetto di Leonardo. Si trova alla porta nord, e permette di collegare i comuni di Imbersago e Villa d'Adda.

- Diga di Robbiate. Costruita su una gola profonda all'altezza del comune di Robbiate, e che permette di convogliare le acque alla centrale idroelettrica Esterle.

- Ponte San Michele. Ponte noto anche col nome di Calusco, di Paderno o Rothlisberger, è costruito a forma d'arco tutto in ferro, considerato capolavoro di archeologia industriale.

- Naviglio di Paderno. È un canale artificiale lungo circa 3 km che costeggia il fiume Adda. I lavori iniziarono nel XVI secolo, terminando solo nel XVIII secolo. Fu operativo sino al 1930.

- Le chiuse del Naviglio. Sono otto chiuse, sei in legno e due in metallo, e permettono di superare un dislivello di 33 metri compiendo otto salti. Eccone il nome:

La Conchetta, lungo il naviglio pavese e la prima degli otto salti.

Conca vecchia.

Conca delle Fontane.

Conca grande o conca madre, conosciuta anche come " castello delle acque".

Conca di mezzo.

Conca in Adda.

Settima conca. In metallo.

Ottava conca. In metallo.

- Tre Corni. Da questo punto inizia il tratto degli " scorci leonardeschi".

- Lo stallazzo. Così chiamato perchè avveniva il cambio dei cavalli.

- Santuario della Rocchetta. Ne abbiamo già trattato in un precende articolo.

- Conca Grande. Progettata da Giuseppe Meda, architetto, ingegnere e pittore.

- Centrale idroelettrica Bertini. È tra le più antiche centrali idroelettriche d'Europa. È presente un Museo che presenta documenti, progetti e storia dell'Edison.

- Centrale idroelettrica di Esterle. Costruita sulla riva d'estra del fiume Adda, tra il 1906 e il 1914. Carlo Esterle è stato un ingegnere italiano.

- Centrale idroelettrica Taccani. Sullo sfondo fa bella mostra di se il castello Visconteo di Trezzo.

- Castello Visconteo di Trezzo. È possibile visitare l'intero castello oppure la sola salita sulla torre.

- Villaggio operaio di Crespi d'Adda. Raggiungibile attraversando una passerella sul fiume. Il villaggio è inserito tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO dal 1995. 

- Naviglio Martesana. Conosciuto anche come Naviglio Piccolo, Navili de la Martesana o Navilett. Collega Milano con il fiume Adda.

- Riviera di Vaprio d'Adda. Qui si possono vedere Villa Visconti, Villa Melzi d'Eril e altre dimore nobili.

- Casa del custode o camparo delle acque. Fungeva da stazione di sosta per chi doveva imbarcarsi sui barconi. La casa risale al 1582.

- Diga di Sant'Anna. Sbarramento costruito nel 1928. la centrale è ancora operativa.

- Ruotone di Groppello alla porta sud. Trattasi di un " rudun", grossa ruota con un diametro di 11 metri e da 12 pale, voluto da Carlo Borromeo nel 1618 per permettere l'irrigazione.

COME RAGGIUNGERE L'ECOMUSEO.

In auto dalla A4 Milano – Venezia uscita a Trezzo sull'Adda e Capriate.

In treno: Milano – Cassano d'Adda oppure Milano – Paderno -Robbiate.

In bicicletta: si arriva a Cassano d'Adda attraversando Cologno Monzese,Vimodrone, Cernusco sul Naviglio, Cassina de' Pecchi, Gorgonzola, Bellinzago, Inzago.

Una gita fuori porta che sicuramente non lascierà delusi. 

Leggi anche:

Il Museo della Stampa a Soncino

Visita al Museo Storico Civico di Cuggiono

MUMAC. Museo della macchina per caffè

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.