Edoardo Raspelli, il giornalista gastronomo di Milano

edoardo raspelliQuesta volta il personaggio milanese di cui vi voglio parlare, è Edoardo Raspelli, scrittore, giornalista e gastronomo, nato a Milano nel giugno del 1949.

La sua carriera nel mondo giornalistico inizia presto, infatti, durante il secondo anno del liceo classico scrive per alcune testate giornalistiche, poi, a ventidue anni, è assunto dal Corriere d’Informazione, quotidiano del pomeriggio che si pubblicava a Milano. Il direttore del quotidiano, Cesare Lanza, dedica una nuova rubrica attinente alla ristorazione, incaricandone Raspelli. Nasce la rubrica di stroncature “il faccino nero”, che procura al Raspelli anche minacce. Nel 1973 diviene giornalista professionista e si occupa prevalentemente di cronaca, seguendo importanti e tragici avvenimenti della Milano del tempo.

Il fatto che nel passato della sua famiglia vi siano stati importanti ristoratori e albergatori, probabilmente ha portato Edoardo a specializzarsi in gastronomia e prendendosi a cuore la difesa dei consumatori. Nel 1986 diviene responsabile del Gambero Rosso S.p.A., casa editrice specializzata in enogastronomia attraverso la pubblicazione di guide, come supplemento all'interno del quotidiano il Manifesto. Il nome è volutamente preso dal libro di Collodi, Pinocchio, e fa riferimento al ristorante, dove il protagonista ha cenato con il gatto e la volpe. Altra rubrica che lo vede protagonista è “Il Goloso”, pubblicata sul settimanale l’Espresso. Anche il quotidiano La Stampa vede la presenza del nostro critico con la pubblicazione delle recensioni critiche attinenti alberghi e ristoranti.

Oltre alla carta stampata, anche la televisione lo corteggia, ed è così che Raspelli inizia una collaborazione che prosegue tuttora.
Ecco una carrellata dei programmi che lo vedono protagonista.

  • Star bene a tavola, programma su Odeon TV.
  • Che fai, mangi? programma su RAI 2.
  • Eat Parade e Fenomeni, sempre su RAI 2.
  • Conduce su Rete 4 in prima serata il programma “Attenti al lupo”.
  • Sempre su Rete 4 conduce, in prima serata, il quiz giallo “Psyco”.
  • È stato ospite d’onore nella fiction “A un pelo della victoria”.
  • Attore, nella parte di un cameriere, nel film “Ogni lasciato è perso”, e nel film “Asfalto rosso”.
  • La prima edizione di Master Chef Italia lo vede come ospite.
  • Nel 1998 inizia la trasmissione su Rete 4 “Melaverde”, in onda ogni domenica mattina. Programma che dal 2012 va in onda su Canale 5. Sue collaboratrici nelle trasmissioni sono state: Gabriella Carlucci, Elisa Bagordo e l’attuale Ellen Hidding. Il programma, ideato dall'agronomo Giacomo Tiraboschi e classificato come documentario, vanta una partecipazione di pubblico notevole, superando la quota di cinquecento puntate. Molti sono i premi e i riconoscimenti ricevuti per l’opera nella promozione delle colture locali e dei prodotti artigianali della nostra penisola, svelando anche antiche tradizioni culinarie e valorizzandole, senza tralasciare curiosità e storia legate al vivere contadino. Innegabile anche la serietà, la preparazione e la simpatia che i due protagonisti sanno infondere in ogni puntata.
  • Sul sito Original ITALY, Raspelli cura uno spazio nel quale segnala i migliori alberghi, ristoranti, agriturismi, eccetera da lui stesso visitati.
  • Nei primi anni novanta ha ricoperto la carica di assessore comunale nel comune di Bresso, dove tuttora risiede.

Raspelli non disdegna la mondanità, famose le sue feste di compleanno festeggiate soprattutto all'Old Fashion, oppure nell'apparire un po’ eccentrico facendo bagni nella cioccolata o nel fieno, partecipando con divertimento a situazioni divertenti, condividendo momenti di lavoro contadino o di fattoria tra gli animali, insomma un vero personaggio dello spettacolo che tuttavia ha il grande pregio di informare e formare lo spettatore su un tema molto importante come l’agricoltura e il cibo italiano. 

Pin It