• Home

Gerry Scotti, il presentatore gentiluomo

gerry scottiIl personaggio di cui voglio parlarvi questa volta, è quello di Gerry Scotti che nel titolo ho definito un presentatore gentiluomo, poiché la sua professionalità ma soprattutto i suoi modi di rivolgersi al pubblico e ai concorrenti, è sempre dettata dal massimo rispetto e da un linguaggio pulito e rispettoso.

Il suo vero nome è Virginio, divenuto in arte Gerry. Nasce a Camporinaldo, frazione del comune di Mirandolo Terme in provincia di Pavia, nell'agosto del 1956. Il padre è un operaio che lavora al Corriere della Sera, la madre, una casalinga, che decidono di trasferirsi a Milano col figlio ancora piccolo. Frequenta il liceo classico, poi s’iscrive a giurisprudenza, ma un impegno che lo vede protagonista è la radio, dove non manca il successo, tanto che decide di lasciare gli studi pur essendo quasi al termine.

La sua esperienza radiofonica la inizia presso Radio Hinterland Milano2, dove si fa chiamare “Gary”, e alla Nova Radio, per passare dagli anni settanta a Radio Milano International, dove teneva alcune rubriche tra le quali ricordo “il mercatino delle pulci”, scambio o vendita di cose usate, il “Puntaspilli”, rubrica di annunci vari per poi diventare, con il programma “La mezz'ora del fagiano”, una delle voci di punta della trasmissione. Una proposta interessante la ricevette quando gli dissero che lo avrebbero inviato negli Stati Uniti per prendere parte a un corso di regia televisiva ma, è il caso di dirlo, il destino voleva diversamente, infatti, una telefonata di Claudio Cecchetto, produttore discografico e talent-scout, lo convince a non accettare quella proposta e gliene fa una nuova, ossia diventare prima voce di Radio Deejay.

Gerry accetta la proposta, e in breve è conosciuto da un pubblico più vasto, non solo, ma grazie a ciò fa anche il suo ingresso in televisione con Dee Jay Television, con una trasmissione dedicata ai videoclip musicali, prima su Canale 5 poi su Italia 1. Il videoclip, o filmato musicale, è un breve film per promuovere un cantante o una canzone. Nell’anno 2006 eccolo ritornare in radio e, riprendendo un antico titolo, propone al pubblico “il quesito del fagiano”, in onda su R101; entra anche nel Consiglio di Amministrazione della Monradio srl rivestendo la carica di vice presidente, ne diverrà in seguito presidente. Propone, questa volta alla radio, un suo quiz televisivo, Passaparola, che diviene per l’occasione “Sbanca 101”.

L’anno 2007 lo vede premiato, per la categoria miglior voce maschile, con la Radiogrolla, che è il Premio Saint Vincent per la radio. La sua presenza televisiva lo vede conduttore di quiz, varietà e talent show, non tralasciando recite in film TV o sit-com Mediaset e l’azienda di Cologno Monzese hanno in Gerry Scotti un punto di riferimento sicuro, considerato il suo alto gradimento tra il pubblico televisivo.

Moltissime sono le trasmissioni che lo vedono protagonista, mi limito a elencarne alcune:

  • Festivalbar, Canale 5 – Italia 1
  • Candid Camera, italia 1 nel 1987
  • Azzurro, Italia 1 – quattro edizioni
  • Buona Domenica – Canale 5 – edizioni 1993/1995
  • Stelle a quattro zampe – Canale 5 – edizioni 1995-96-98-2001
  • Chi vuol essere milionario? – Canale 5 – 2002 – 2011
  • La Corrida – Canale 5 - 2002 – 2009
  • Lo show dei record – Canale 5 – 2011, 2015
  • Tu sì que vales – Canale 5 - dal 2014
  • Caduta Libera – Canale 5 - programma attualmente in onda.

Come attore ha partecipato ha molti film, tra i quali “L’Odissea”, nel 1991 e “I liceali tre” del 2011. La sua carriera lo vede anche come doppiatore, testimone pubblicitario e cantante. Moltissimi sono i premi e i riconoscimenti, dal primo Telegatto del 1984, all'Oscar TV con Paperissima del 2005, al premio Regia Televisiva con Italia’s Got Talent del 2013.

Nel 1987 fu eletto alla Camera dei Deputati, ma la sua carriera politica non proseguì, poiché, non riuscendo a condurla secondo i suoi principi, preferì interromperla.

Termino con una sua frase, che racchiude, a mio avviso, prima che un personaggio di spettacolo, l’uomo e il suo animo.

“Con i primi guadagni veri ho comprato una casa. Poi, con il tempo, ho regalato una casa ai miei genitori. Forse è ancora oggi la cosa più importante che ho fatto nella mia vita”.

Pin It

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI