La fabbrica della Carlo Erba

carlo erba 1Un’altra storia dell’imprenditoria milanese, nata soprattutto dall’inventiva e dalla buona volontà che certo non mancano neanche oggi.

Il primo impero a gestione famigliare legato al mondo della farmaceutica ha avuto origine proprio a Milano e per la precisione nella piccola bottega della famiglia Erba.

Originario di Vigevano, fin da giovane Carlo Erba aiutava il padre, che lavorava come commesso in una farmacia di Milano, imparando in poco tempo tutto quello che c’era da sapere sulle varie malattie e suoi modi per curarle.  

Nel 1834, dopo essersi laureato con lode in farmacia all’università di Pavia, il ragazzo iniziò a lavorare come garzone nella Farmacia Bonifico, dove aveva uno stipendio  di ben 120 lire.

Tre anni dopo, forte di tutte le esperienze acquisite,  Carlo prese in gestione la farmacia Castoldi, che si trovava in via Fiori Oscuri dove, oltre a vendere i medicinali, si occupava anche, in un laboratorio, di ideare alcuni prodotti che sarebbero stati commercializzati solo all’estero.

In pochissimo tempo molti dei prodotti della Farmacia Erba, tra cui la magnesia e l’estratto di tamarindo, furono  distribuiti anche nelle provincie dell’impero Lombardo – Veneto, dove divennero di uso comune.

Con il passar degli anni Carlo capì che il suo piccolo laboratorio avrebbe dovuto dotarsi di nuovi e più potenti strumenti e nel 1860, grazie alle sovvenzioni del Regno di Sardegna, poté comprare il prato che si trovava tra le vie Solferino, Marsala e Moscova.

Da allora la piccola farmacia divenne una vera e propria attività industriale, che culminò con il trasferimento della vecchia farmacia in piazza Duomo, avvenuto nel 1878.

carlo erba 2Ormai ricco e famoso, Carlo Erba morì nella sua Milano il 6 aprile del 1888, lascando tutto nelle mani del fratello Luigi, che avrebbe avuto al suo fianco, come esecutore testamentario il conte Giuseppe Visconti di Modrone, caro amico di famiglia.

Dopo pochi anni, i due diedero avvio alla costruzione di un nuovo stabilimento che sarebbe servita per innovativi prodotti legati alla chimica e alla farmacia presso il quartiere di Dergano, nell’estrema periferia milanese.

Fino alla fine della seconda guerra mondiale la Carlo Erba fu un’azienda all’avanguardia nel settore medicinale, mantenendo sempre una grande attenzione al bene dei suoi dipendenti, a cui offriva tutti i benefici possibili.

Nel 1946, dopo la morte di Luigi, l’azienda venne trasformata nell’attuale società per azioni, il cui primo capo fu Edoardo Visconti, figlio di Giuseppe e fratello del noto regista Luchino.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.