• Home
  • La Grande Milano
  • Storia
  • A Milano nel 2005 avvenne...

A Milano nel 2005 avvenne...

2005-milanoProprio come uno spirito che può viaggiare nel tempo e nello spazio senza ostacoli, ecco che arrivo nel nostro secolo, e precisamente nel duemilacinque. Vediamo allora alcuni degli avvenimenti successi in quel periodo, a noi non tanto lontano, della storia milanese.

- Il 22 febbraio muore nella sua casa di Milano, monsignor Luigi Giovanni Giussani, nato in quel di Desio nell’ottobre del 1922. Don Giussani è stato teologo e presbitero, fondatore del movimento di Comunione e Liberazione. Insegna religione presso le scuole superiori presso il liceo Berchet di Milano, dove con alcuni studenti fonda il movimento di Gioventù Studentesca, che diverrà poi Comunione e Liberazione. Il movimento, GS, nasce alla fine del 1954, ed è annoverato nella Chiesa Cattolica. Anche Comunione e Liberazione, abbreviato in CL, da cui il nome di ciellini, è un movimento ecclesiale cattolico. Alcuni universitari, nel 1969, diffusero un volantino che voleva evidenziare la differenza dalla cultura sessantottina, precisando come solo nel cammino cristiano ci poteva essere vera rivoluzione, nel volantino erano rimarcati proprio i termini Comunione e Liberazione. Il Liceo ginnasio Giovanni Berchet è fondato a Milano nel 1911, ed è stato riconosciuto dall’Unesco “primo liceo d’Italia per la qualità dell’insegnamento”. Il liceo si trova in Via Della Commenda, 26. Termino citando uno dei tanti aforismi del Giussani: “ Ognuno di noi è stato scelto attraverso un incontro gratuito perché si renda egli stesso incontro per gli altri. È dunque per una missione che siamo stati scelti”.

- Nel mese di marzo avviene l’inaugurazione della nuova tratta della metropolitana milanese da Viale Famagosta a Piazza Abbiategrasso. La stazione di Famagosta è stata attivata il primo novembre del 1994, come capolinea della linea due proveniente da Romolo. Il Viale si trova tra Piazza G. Miani e Piazza G.A. Maggi. Il nome Famagosta si riferisce a una città posta sulla costa orientale dell’isola di Cipro. La stazione di Abbiategrasso ha costituito, sino al 2011, l’unico capolinea meridionale della città. La piazza fa parte della zona 5. Il nome fa riferimento a un comune della provincia di Milano, immerso nel Parco del Ticino. La storia di questo centro risale all’età del bronzo, e abitato da popolazioni celto-liguri e insubri.

- Sempre nel mese di marzo 2005 è inaugurata ufficialmente la nuova fiera di Rho-Pero. Progettista Massimiliano Fuksas. La fiera si trova sulla strada statale del Sempione al numero 28 di Rho. Questo comune è parte della provincia di Milano, e si trova a 14 chilometri dal centro della nostra città. L’origine del nome Rho è piuttosto controversa, qualcuno lo vuole dal latino “rhaudum”, ruota, altri lo vogliono derivare dai “campi raudi”, dove il console Mario sconfisse i Cimbri. Pero, Per in dialetto milanese, è un comune della provincia di Milano, e attraversato dal fiume Olona. Il nome di questa cittadina si deve a una cascina medievale detta Cassina del Pero, proprio perché vi era una forte concentrazione di alberi da frutta, tra cui appunto le pere. Un'altra versione farebbe derivare il nome dal termine retico che significa strada. Il Fuksas è un architetto italiano di Roma, ed ha realizzato moltissimi validi progetti, sia in Italia sia all’estero, tra cui appunto la Fiera di Rho-Pero.

- Gli eredi di Emilio Tadini inaugurano Spazio Tadini, in via Jommelli, 24 a Milano. Il Tadini è stato poeta, pittore e scultore italiano, nato a Milano nel 1927. È stato presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera, e critico d’arte e letteratura per il Corriere della Sera. Lo Spazio Tadini è un luogo d’incontri, scambi e stimolazioni culturali le più diverse. Organizza inoltre eventi culturali, teatrali, concerti, mostre, presentazione di libri e dischi. È possibile usufruire dell’archivio delle opere del Tadini. La via Jommelli è una traversa della via N.A.Porpora. Niccolò Jommelli è stato un compositore italiano, nato nel 1714 nel Regno di Napoli.

- Nel giugno il Comune istituisce alla Palazzina Liberty in Largo Marinai d’Italia, la Casa della Poesia. La Palazzina è un edificio in stile liberty, progettata dall’architetto Migliorini nel 1908, situata all’interno del Parco Vittorio Formentano, ex Parco di Largo Marinai d’Italia. Ricordo che il Formentano è stato il medico fondatore dell’AVIS. Lo stile Liberty nacque alla fine ottocento inizio novecento in Belgio, cercando ispirazione dalla natura e nelle forme vegetali, creando uno stile completamente nuovo. Milano fu uno dei centri più importanti dello “stile del ‘900 a tema floreale”. La Casa della Poesia è un ambiente dove regna la creatività, la riflessione, la  conversazione mai banale. È possibile, ogni settimana e senza pagare nessun biglietto, partecipare a incontri di poesia di vario tipo, dai laboratori di poesia alla sua lettura.

- Arriva, nel mese di agosto 2005, dopo un viaggio avventuroso, al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano il sommergibile Enrico Toti. Il Museo a sede in Via San Vittore al 21, ed è dedicato a Leonardo da Vinci. La struttura è quella dell’antico Monastero di San Vittore al Corpo, che era la basilica dei frati Olivetani, congregazione monastica dell’Ordine di San Benedetto. Il Toti è un sommergibile della Regia Marina Italiana, costruito nei cantieri OTO di La Spezia e varato nel 1928 e contraddistinto dal distintivo S 506. Lungo circa 87 metri e largo circa otto, per un peso, in superficie, di 1465 t. è possibile la visita con salita a bordo. Enrico Toti è stato un ciclista e un eroe della Prima Guerra Mondiale.

- L’editore Hoepli pubblica la nuova edizione di “Le vie di Milano”, dizionario di toponomastica milanese. La libreria internazionale Ulrico Hoepli si trova nel centro della città in via Hoepli, 5. La libreria è stata fondata nel 1870, ed è una delle librerie più grandi d’Italia. La sua fondazione si deve a Johannes Ulrich Hopli, editore italiano di origini svizzere. La toponomastica è lo studio linguistico di luoghi, sotto l’aspetto del significato, dell’origine eccetera. Il termine deriva dal greco Tòpos = luogo, e da Graphìa = descrivere, quindi descrizione o pianta di un luogo.

- Anche questa volta ho terminato la mia escursione, con la prossima estrazione a sorte entreremo in un nuovo anno.

Leggi anche:

A Milano nel 1916 avvenne...

A Milano nel 1952 avvenne...

A Milano nel 1630 avvenne...

A Milano nel 2005 avvenne...

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI