Gio' Ponti

giopontiGio' Ponti nacque a Milano nel 1891 dove nel 1921 prese la laurea in Architettura al Politecnico di Milano.

Nel 1923 partecipò come progettista alla Biennale di Arti Decorative di Monza.
Dal 1923 al 1930 ha lavorato come designer presso la Richard Ginori.
Nel 1928 fonda la rivista Domus.
Gio' Ponti nel 1933 organizza la quinta triennale a Milano, disegna le scene ed i costumi per il teatro La Scala, ed è partecipe dell’associazione del Disegno Industriale ADI, essendo tra i sostenitori del premio “compasso d’oro” promosso dai magazzini La Rinascente.
Riceve numerosi premi sia nazionali che internazionali e dal 1936 al 1961 è stato professore presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano.
Nel 1941 ha dato vita alla rivista Stile, edita fino al 1947
Nel 1951, si unirà allo studio insieme a Fornaroli, l’architetto Alberto Rosselli.
Negli anni cinquanta verranno realizzate numerose delle sue opere più importanti.
Nel campo dell'arredo ricordiamo la sedia Superleggera del 1955 e gli arredamenti per i transatlantici Giulio Cesare e Andrea Doria. Per quanto concerne invece l'architettura, l'Istituto di matematica di Roma (1932-34), la villa Pianchart a Caracas (1954), il grattacielo Pirelli a Milano (1955-60), la Concattedrale di Taranto (1971), il Museum of Modern Art di Denver (1972).
Gio Ponti morirà a Milano nel 1979.
Vedi anche la Storia di Milano
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.