• Home
  • La Grande Milano
  • Storia
  • Opera San Francesco: a Milano per i poveri

Opera San Francesco: a Milano per i poveri

opera san francescoUn’istituzione milanese che dal 1959 fa onore alla nostra città, è l’Opera San Francesco per i poveri, fondata dai Frati Cappuccini di Viale Piave, pronti a offrire accoglienza, ascolto e protezione, assistenza gratuita, soddisfazione dei bisogni primari.

Leggo dal loro sito gli interventi effettuati nel 2015, sono numeri importanti, perché dietro queste cifre vi sono persone bisognose e in difficoltà; li riporto per conoscenza:

  • 794.458 pasti.
  • 66.501 ingressi alle docce.
  • 12.768 cambi d’abito.
  • 33.598 visite mediche.
  • 25.247 persone accolte. 

Come si può costatare un intervento di tutto rispetto, effettuato dai Cappuccini e dai molti volontari che vi dedicano parte del loro tempo. Ovviamente alla fonte di quest’impegno è radicato l’esercizio della fraternità cristiana verso il prossimo, esercitata da Gesù stesso e poi da San Francesco, che lo ha raccomandato ai suoi frati, e poi dei valori guida che orientano chi vuole diventare volontario in quest’attività, e sono:

  • opera san francesco milanoAttenzione alla persona. È della massima importanza, all’O.S.F. non si è numeri ma persone che hanno dei bisogni da soddisfare, molto spesso non solo materiali, ma anche di ascolto, comprensione, conforto, aiuto nel trovare una soluzione e la propria dignità di uomo/donna.
  • Gratuità. Si applica l’enunciato del Vangelo che afferma: “ gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”, è in questo spirito che tutti gli operatori, i volontari, gli ospiti sono invitati a cooperare.
  • Sviluppo. Con quest’affermazione si vuole evidenziare non solo la mera e importante attenzione verso la persona nei bisogni materiali, ma soprattutto di restituire loro la massima autonomia possibile.
  • Professionalità. La competenza professionale, unita alla Carità del cuore, è necessaria per meglio operare e poter essere vero aiuto per chi è nella sofferenza.

I servizi offerti dal’’O.S.F. sono quelli elencati nelle opere di misericordia, che ogni buon cristiano dovrebbe non solo conoscere, ma anche esercitare. Nutrirsi, curarsi, lavarsi, coprirsi, poter parlare con qualcuno che ti ascolti, sono bisogni primari di ogni uomo, ecco allora che i servizi: sono continuativi, sono completamente gratuiti, sono inseriti in un’ottica di miglioramento continuo, si esercitano con professionalità, sono garantiti da operatori e volontari che operano con passione e amore, rappresentano un punto di riferimento per tutti, senza distinzioni.

In specifico alcuni servizi.

  • Il poliambulatorio, dove operano medici e infermieri volontari, cui ci si può rivolgere per visite, chiarimenti, controlli, ottenere dei farmaci, si trova in via Antonello da Messina.
  • La Mensa, voluta da Frate Cecilio Cortinovis nel 1959, è oggi più che mai attiva, offrendo ogni giorno più di 2.500 pasti caldi. Gli orari sono dal lunedì al sabato dalle 11,30 alle 14,30 e dalle 18,00 alle 20,30.
  • Docce. L’impianto è aperto dal lunedì al venerdì dalle 11,30 alle 14,00 e dalle 17,30 alle 20,00. A ogni utente è dato un asciugamano e un cambio di biancheria intima nuova. Alle docce si accede una volta la settimana, è invece possibile radersi e lavarsi i piedi ogni giorno.
  • Il guardaroba. Si può accedere al guardaroba una volta il mese, salvo necessità impellenti. È possibile ricevere un cambio completo, sia per adulti sia per bambini, e anche coperte.
  • Centro raccolta. Si trova in via Vallazze, 113, e raccoglie indumenti, scarpe, medicinali. Ovviamente non scaduti. L’apertura è dal lunedì al sabato dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 17,00. Telefono: 02/36576014.
  • Area sociale. Qui si può trovare un punto di riferimento nel Servizio accoglienza, Sportello lavoro, Servizio sociale, Servizio legale. Per info: telefono segreteria 02/77122447.

opera san francesco padre maurizioPer chi volesse dedicare un po’ del proprio tempo divenendo volontario nell’O.S.F. deve recarsi presso la struttura e presentare la propria candidatura. Il volontario può essere di qualsiasi età, professione, ceto sociale, credo religioso, la Carità del cuore non ha documento d’identità.

Vi sono anche diverse attività, tra le quali in autunno, nei giorni di ottobre, gli eventi proposti celebrano i valori e gli insegnamenti di San Francesco, mentre nel mese di novembre nella chiesa di viale Piave è celebrata una Messa per tutti i benefattori, i volontari e i loro cari che hanno lasciato questo mondo. 

Leggi anche:

Museo dei Cappuccini di Milano

Monasteri di clausura nella Diocesi milanese

Turismo Spirituale in Lombardia: Santuario delle Sante Bartolomea Capitanio e Vincenza Gerosa

 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.