Al via la nuova stagione di MTM (Manifatture teatrali milanesi)

mtm stagione

La nuova stagione teatrale è ormai ai nastri di partenza e i teatri milanesi grandi e piccoli si preparano ad accogliere, come sempre, il pubblico della nostra città, quantomai competente ed esigente in fatto di teatro.

Oggi vogliamo raccontarvi cosa ci riserverà in questa annata 2017/2018  la programmazione di Manifatture Teatrali Milanesi che ha intitolato la stagione Con te a testimoniare la volontà di vicinanza al proprio pubblico in un'epoca, come l'attuale, segnata dalla fruizione a distanza e dalle esperienze virtuali che, per quanto utili e importanti possano essere, non potranno mai trasmettere il calore e l'immediatezza che solo l'incontro vivo di corpi e sguardi che avviene a teatro, può dare.

Manifatture teatrali milanesi tiene a sottolineare la propria specificità, rispetto agli altri teatri milanesi non tanto e non solo per il contenuto della propria offerta artistica, ma soprattutto per il suo modo di lavorare in team, che non prevede la presenza di un unico direttore artistico, ma piuttosto di:  “un tavolo artistico, formato da professionisti con anni di esperienza”.

L'obbiettivo è quello di offrire produzioni di qualità che alternino spettacoli di matrice più popolare ad altri più di nicchia, per poter soddisfare gli interessi di un pubblico composito e dai gusti differenti.

Ma vediamo cosa offre il menu di MTM che, lo ricordiamo, presenta i propri spettacoli in tre teatri collegati dalla stessa linea della metropolitana: Teatro Litta, Sala della Cavallerizza e Teatro Leonardo.

Si parte con Casca il mondo una produzione Carolina Reaper per la regia di Patrizio Luigi Belloli, in scena 29/30 settembre e 1 ottobre presso il Teatro Litta. Sempre al Teatro Litta, quest'anno, potremo assistere a rappresentazioni di classici della storia del teatro come Un Principe ispirato all'Amleto di Shakespeare con regia e drammaturgia di Massimiliano Burini (dal 15 al 19 novembre) e Salomè di Oscar Wilde per la regia di Alberto Oliva, una produzione Teatro degli Incamminati. Spiccano le produzioni di Manifatture teatrali milanesi come Cyrano sulla Luna a cura di Luca Chieregato (31 gennaio - 11 febbraio) e Architettura Addio (10-18 marzo) ispirato agli scritti di Alessandro Mendini in un progetto performance/teatro di Antonio Syxty che curerà anche la regia de La Grande Rivolta (27 giugno - 7 luglio) tratto da romanzi e poesie di Nanni Balestrini. Da non perdere anche lo shakesperiano Riccardo III  (20 febbraio- 4 marzo) di Corrado d'Elia.

Al Teatro Leonardo invece si comincia con La Tempesta di Shakespeare (dal 10 al 14 ottobre) sempre prodotto da Manifatture teatrali milanesi con la regia di Susanna Baccari e Claudio Orlandini. Da menzionare anche Far finta di essere G... omaggio a Giorgio Gaber e Alessandro Luporini (8-12 novembre) e il super-classico La Trilogia della villeggiatura di Carlo Goldoni per la regia del duo collaudato Valeria Cavalli e Claudio Intropido (16-26 novembre). Siamo inoltre curiosi di vedere La Paranza dei Bambini di Roberto Saviano e Mario Gelardi, un progetto Nuovo Teatro Sanità (22 febbraio - 4 marzo).

Infine alla Sala della Cavallerizza potremo assistere a Il Sondaggista (9 - 12 novembre) con Renato Mannheimer che racconterà sé stesso in una iperbolica e divertente conferenza/spettacolo coadiuvato dalla drammaturgia di Valeria Cavalli e dalla regia di Alberto Oliva. Da non dimenticare poi la rappresentazione ispirata al grande classico della letteratura italiana, Dante, Inferno di Corrado d'Elia.

Questo e molto altro aspetta il pubblico di Manifatture Teatrali Milanesi. Che dire? Ci sarà da divertirsi!

 

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964