• TEATRO
  • El nost Milan: al Tieffe Teatro il concerto dell’Orchestra di via Padova

El nost Milan: al Tieffe Teatro il concerto dell’Orchestra di via Padova

Fino al 6 dicembre 2012 è di scena l’amore per la città della Madunina
 
Sotto la regia di Emilio Russo, sei attori e sedici musicisti di nove differenti nazionalità fino al 6 dicembre mettono in scena al Teatro Menotti El nost Milan, pièce teatrale del 1893 di Carlo Bertolazzi riproposta negli anni Cinquanta da Giorgio Strehler.
Sul palco, la musica dell’Orchestra di via Padova, simbolo di multiculturalismo e integrazione, si fonde con lo spagnolo, l’arabo, l’inglese e il milanese; sonorità che sanno di sole, dune e vento si mescolano al meneghino di Lucia Vasini, la ricetta de la pulpeta del Re rincorre Comm’ pozz e’ raggiunà, canzone in napoletano che sa di fame, di figli e della nostalgia degli immigrati meridionali. 
Attraverso il linguaggio universale della musica, riscoprirete due Milano: quella nuova e quella che non c’è più, nell’eterna e attualissima contrapposizione tra i sciori e la povera gent; ascolterete una commovente versione di Pioggia di Novembre di Vinicio Capossela e, passando per Il bonzo di Jannacci, Il ragazzo della via Gluck di Celentano e Benvenuto il luogo dove di Gaber e Luporini, rimarrete stupiti per Oh, my bella Maddonina, lo swing anglo-calabrese originalissima versione della canzone inno alla milanesità.
La rappresentazione si apre con la lettura del testo dell’Editto di Tolleranza del 313 d.C. emanato dall’Imperatore Costantino e dal suo omologo d’Oriente, Licinio 1700 anni fa. Un messaggio forte, chiave di lettura di tutto lo spettacolo. 
Milano non è una città per dilettanti, per viverla bisogna essere preparati alla sua pioggia che cade sui pensieri dietro ai fanali in tangenziale, al suo freddo pungente nelle notti di Novembre, alla bellezza nascosta dei suoi giardini e delle sue chiese, alle sue strade senza vento chiuse dentro il legno dei tram, alle sue targhe commemorative dolorosamente doppie.
Ma lo si ama proprio per questo El nost Milan, una città che da sempre accoglie tutti forse perché la Madonnina veglia su di lei a braccia aperte.
E se nel 1875 Wilde scrive alla moglie che il Duomo “ha molte orribili finestre”, non resta che rispondergli, oggi come ieri: “Oscar, va a ciapà i rat!”.
 
Una frase: “L’importante è che la morte ci trovi vivi!”
Il nostro voto: 7 e mezzo
 
INFORMAZIONI UTILI
 
El nost Milan, concerto teatrale per una città
con i musicisti dell’Orchestra di via Padova 
e Lucia Vasini, Marco Balbi, Francesca Debri, Roberta De Stefano, Francesca Gemma, Fabio Zulli
Elaborazione drammaturgica e regia Emilio Russo
Direzione musicale Massimo Latronico
Luci Mario Loprevite
 
Fino al 6 dicembre 2012 al Tieffe Teatro Menotti in via Ciro Menotti 11
tel. 02 36592544 
 
Orari spettacolo
Martedì, Giovedì, Venerdì e Sabato ore 21.00
Domenica ore 17.00
Mercoledì ore 19.30
 
Prezzi biglietti
Biglietto intero 24,00€ (+ prevendita 1,50€)
Biglietto ridotto convenzioni 18.00€ (+ prevendita 1,50€)
Biglietto ridotto under/over
Giovani fino ai 21 anni, adulti oltre i 65 anni.
Residenti a Milano 12,00€ (+ prevendita 1,50€)
Residenti fuori Milano 16,00€ (+ prevendita 1,50€)
 
Orari biglietteria
da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo
lunedì dalle 15.00 alle 18.30
da martedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00
sabato dalle 16.00 alle 19.00
domenica un’ora prima dell’inizio dello spettacolo
 
Prezzi abbonamenti 2012-2013
Tieffe 10
Abbonamento nominale a 10 spettacoli in stagione
intero 120,00€ / ridotto 96,00€

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964