Francesca Reggiani in scena al Teatro Leonardo.

reggiani

Curiosando tra gli spettacoli proposti dai teatri milanesi in questo week-end, abbiamo pensato di visionare per voi, cari lettori, Tutto quello che le donne (non) dicono con Francesca Reggiani e regia di Valter Lupo, in scena al Teatro Leonardo fino a domenica.

Lo spettacolo è un affresco ironicamente amaro della società italiana odierna, vista e raccontata a partire da uno sguardo «sfacciatamente» femminile.

Con una satira di costume capace di cogliere nel segno e di mettere alla berlina i vizi delle italiche genti in questo primo scorcio di terzo millennio, Francesca Reggiani distribuisce tanto buon umore al pubblico in sala, senza però tralasciare di offrire spunti di riflessione sulla deriva grottesca assunta dai comportamenti quotidiani delle persone, sempre più plasmate dal consumismo e dall'assuefazione a internet.

Si fa fatica a non riconoscersi nelle folle oceaniche che si riversano all'Ikea e ai discount perché al giorno d'oggi la convenienza va di moda, tanto che perfino le signore dei Parioli, camuffate come agenti segreti si tuffano nel nuovissimo supermarket appena aperto ai piedi dei celebri colli romani, per comprare «grigetto» il nuovo stupefacente detersivo che propone a poco prezzo di soppiantare la tradizionale passione per il bianco a favore di ben altre tonalità cromatiche!

Francesca Reggiani si esercita a ironizzare in maniera quasi spietata sull'ossessione femminile per il corpo perfetto, dipingendo ritratti comicamente drammatici di donne che a furia di rifarsi tutto, si trasformano in soggetti dalle fattezze surreali che non trovano mai il coraggio di mostrarsi frontalmente, ma solo di profilo.

Gli uomini non vengono certo risparmiati dalle frecciate della comica romana, soprattutto quando ce li mostra tutti intenti a impiegare il loro tempo libero (che a volte è tristemente troppo a causa della disoccupazione galoppante) a navigare in internet tra siti porno di ogni genere, con le rispettive signore che non sanno più cosa inventarsi per essere all'altezza delle loro sempre più sfrenate fantasie sessuali. Per non dire dei tedeschi, da sempre additati come esempio da seguire, per la puntualità nel rispetto delle regole, costretti a sfogare la loro voglia di trasgressione in pratiche sadomasochistiche sempre più efferate!

C'è anche il tempo nel finale per un po' di sane risate sull'evoluzione della vita di coppia, in cui i maschi agèe forti del fascino conferitogli dal tipico look dell'uomo maturo, mollano le consorti italiane in favore di giovani e splendidi badanti dell'est Europa, salvo poi pentirsene per le inopinate conseguenze che derivano dalle loro sconsiderate scappatelle.

Teatro Leonardo
Via Ampere 1, Milano

dal 18 al 20 novembre
da venerdì a sabato ore 20.30, domenica ore 16.30

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964