• Home
  • Home
  • Teatro
  • L'Operetta: nascita e storia di questo spettacolo musicale teatrale

L'Operetta: nascita e storia di questo spettacolo musicale teatrale

 

book day pixabayL'Operetta è uno spettacolo musicale teatrale di argomento leggero, tra il comico e il sentimentale, che prevede l'alternanza tra brani cantati, danze e scene interamente recitate in prosa. Molto importante e ricca la coreografia. Oggi è un genere divenuto la "cenerentola" dello spettacolo, che tuttavia meriterebbe più attenzione da parte del pubblico e non solo.

Dove nasce e quale la sua storia nel panorama musicale-teatrale? Fu la Francia a rappresentare l'operetta tra il 1850 e il 1880, che ha poi influenzato quella austriaca tra il 1875 e il 1900. In Italia il periodo d'oro dell'operetta si ha tra il 1920 e il 1925. L'operetta è senz'altro vicina al teatro di prosa o al genere vaudeville, che è un genere teatrale nato in Francia a fine Settecento, rappresentato come una commedia leggera in cui alla prosa sono alternate strofe cantate su arie conosciute, popolari. Tuttavia il teatro d'opera leggero o comico presentava già una simile alternanza tra canto e recitazione, riscontrabile nei generi dell'opera comica, derivati però dal vaudeville, e dal singspiel, genere operistico sorto in area tedesco-austriaca e caratterizzato dall'alternanza di parti recitate e parti cantate. Ciò che più caratterizza l'operetta è la vivacità musicale, la godibilità immediata nella sua semplicità e l'aspetto coreografico, con le sue danze che catturano il pubblico. Tra i padri dell'operetta si ricordano il tedesco Offenbach, Auguste Ronger detto Hervé, Johann Strauss figlio, Franza Lehàr, Emmerich Kàlmàn. Sullo stile viennese si creò l'operetta italiana con i nomi di Cataldo Maria Costa, Giuseppe Pietri, compositore specializzato nel genere dell'operetta, Lombardo – Ranzato conosciuti con lo pseudonimo di Leon Bard o Leblanc. Fatta questa breve introduzione ecco un elenco di titoli di operette, alcuni senz'altro più conosciuti.

  • Al Cavallino Bianco. Il nome identifica un albergo che si affaccia sul lago di S. Wolfgang, e racconta la storia della proprietaria e i vari innamoramenti dei protagonisti. L'albergo così si presenta: "Al Cavallin è l'hotel più bel – frai monti azzurri ed il ciel – è il dolce asilo che invita – a farci godere la vita".
  • Cin Ci Là. Fu rappresentata per la prima volta il 18 dicembre 1925 al Teatro Dal Verme di Milano. La trama si svolge nella città cinese di Macao.
  • Miss Italia. Operetta in tre atti rappresentata l'11 novembre 1927 al Teatro Lirico di Milano, già teatro della Cannobiana.
  • Scugnizza. Operetta in tre atti ispirata ai costumi di Napoli e alla napolanità. La trama vede protagonisti Totò e Salomè e il loro gruppo di amici in una storia d'amore.
  • La vedova allegra. Senza dubbio una delle più conosciute tra le operette di Franz Lehár. Debutta a Vienna nel 1905, mentre nel 1907 è protagonista al Teatro Dal Verme di Milano. Sono state fatte anche alcune versioni cinematografiche di questa famosa operetta. Riporto solo un piccolo pezzo di una delle canzoni dell'operetta conosciuto senz'altro da molti; questo:

" E' scabroso le donne studiar,

son dell'uomo la disperazion,

dentro e fuori misteriose son

donne donne eterni dei".

Altre Operette sono: Il Paese del sorriso, Il Conte di Lussemburgo, Federica, La danza della libellula, Frasquita, Eva, Il Paese dei Campanelli, La Duchessa del Bal Tabaren, Madama di Tebe, La Principessa della Czardas, Bajadera, L'acqua cheta, My Fair Lady, Rosemarie, No no Nanette, I racconti di Hoffman, Fiore di Haway.

Uno spettacolo, quello dell'operetta, che andrebbe riscoperto e riproposto, anche a un pubblico giovanile che, a mio avviso, gli riserverebbe una buona accoglienza, proprio per la sua vivacità e leggerezza.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964