Luxurìas in scena al Milano Off Isola Festival

 

luxurias

Continuando a curiosare tra gli spettacoli proposti dal Milano Off Isola Festival trovo Luxurìas, testo scritto e interpretato da Caroline Pagani che ne ha curato anche la regia assieme a Filippo Bruschi. Il testo ha ricevuto il Premio Fersen alla drammaturgia 2015.

Luxurìas è la storia di una donna ossessionata dalle immagini di un uomo e di un pugnale che si reca dallo psicanalista dove scopre che invece di sottoporsi a una seduta individuale, dovrà partecipare a una seduta di terapia di gruppo (il gruppo è il pubblico). L'ipnosi rivela alla donna che in una delle sue «vite passate» era Francesca da Rimini, il celebre personaggio della Divina Commedia che Dante incontra, insieme al di lei amante Paolo, nel girone dei lussuriosi.

Francesca rievoca la propria storia di donna infelice, costretta a sposare un uomo vecchio e rude, Gianciotto,  a cui interessa solo andare a caccia e che non le dà alcuna attenzione. Nella casa di Gianciotto vive anche suo fratello Paolo, assai più giovane e avvenente che si innamora di lei. Durante la lettura del racconto dell'amore di Lancillotto e Ginevra i due amanti vengono travolti dalla passione che li porta alla morte per mano di Gianciotto che li trafigge con la stessa spada.

Lo spettacolo vorrebbe essere una sorta di cabaret tragico in cui la protagonista rievoca figure di grandi donne del passato che hanno messo in crisi lo stereotipo della donna sottomessa e prigioniera dell'immagine che morale e società cercavano di cucir loro addosso. Tra queste figure oltre a Francesca ci sono Eleonora Duse e Moana Pozzi.

Francesca cerca la sua catarsi, rievocando il dramma vissuto in compagnia dell'amante Paolo, presente in scena in forma di bambolotto gonfiabile, attraverso anche la riproposizione del celebre passo dantesco «amor ch'a nullo amato amar perdona» che, però nella recitazione straniata della Pagani, perde un po' del suo pathos originario.

L'idea di mescolare farsa e tragedia per trattare un tema, purtroppo, così attuale come il femminicidio poteva essere interessante. L'operazione, tuttavia, non mi è sembrata del tutto riuscita. Nel contesto, anche divertente, un po' da balera romagnola, in cui viene calata la storia di Francesca un tocco di poesia in più non avrebbe guastato.

Vedi anche

http://www.milanofree.it/201606037675/milano/teatro/shylock_al_milano_off_isola_festival.html

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964