Re-play, fuori sinc

Replay Locandina“E’ un musical? Allora ci sarà la regia di Saverio Marconi. Ah, no… Allora c’è Manuel Frattini! Neanche lui. Allora le musiche devono essere dei Pooh?! No?! Ma allora non è un musical!”

Scherza così Mauro Simone, regista e co-ideatore di Re-Play, nella pubblicità dell’evento su Youtube, sottolineando l’ispirazione Off con cui è stato ideato, allestito e prodotto lo spettacolo.

Un piccolo cast, una scenografia essenziale, una storia e un messaggio forte. Un musical che, come quelli Off-Broadway di New York, lascia da parte lo stupore delle scenografie sfavillanti o delle coreografie acrobatiche delle grandi produzioni e sceglie di emozionare facendo emergere la profondità dei personaggi e delle scene, in una relazione più intimistica tra gli attori e con il pubblico.

In realtà Simone ha avuto a che fare con tutti i personaggi sopra citati e ha una grande esperienza del genere teatrale del musical. Attore della Compagnia della Rancia, che collabora attivamente alla promozione di Re-play, ha recitato in Grease, in Pinocchio, dove interpretava l’amico Lucignolo del Pinocchio Manuel Frattini,  è ora in scena, tra l’altro, con Frankestein Junior nel ruolo di Igor. 

Già regista del musical ispirato a Tre metri sopra il cielo, Simone, come spiega in una intervista, ha lavorato con il cast in modo da sottolineare la profondità della storia, sperimentando con gli attori metodi di costruzione del personaggio presi dal mondo della psicologia e, in particolare, dalle dinamiche sistemiche di Hellinger e sviluppando, a livello registico, un ritmo e una composizione cinematografica molto accentuata, taglio insolito per il genere.

Il risultato è un musical molto intenso, capace di far sorridere, con brani frizzanti e vere e proprie hit radiofoniche, refrain orecchiabili e accattivanti come il brano d’apertura Taxi, Sei il mio muffin o Paris Je t’aime, ma anche capace di commuovere profondamente quando la bellissima voce di Elena Nieri  intona la dolce e malinconica Dede. 

Ottimo da questo punto di vista il lavoro di Fabio Ingrosso, co-ideatore di Re-play, che, insieme a Riccardo Sciré, è riuscito a dare un taglio pop-rock molto moderno alle musiche, ispirandosi a spettacoli come Rent o Spring Awakening, e creando dei veri e propri ritornelli che è quasi impossibile non continuare a canticchiare all’uscita del teatro anche dopo un solo ascolto.

Al centro della storia ci sono, come già accennato, quattro personaggi, due storie d’amore che si intrecciano sullo sfondo della frenetica città di New York. La prima è quella tra il giocherellone Dave (Giorgio Camandona), commesso in una bakery, e Amy (Elena Nieri), assistente naif di un avvocato. L’altra vede protagonista Nico (Gabriele Foschi), un doppiatore italiano e la sua terapista Giulia (Clara Maselli), che innamorandosi del suo paziente sconvolge la sua vita e la sua carriera professionale.

Storie dallo svolgimento parallelo che non si intrecciano mai, eppure così simili, quasi come un re-play, che però, proprio quando sembrano confondersi l’una nell’altra, rivelano degli aspetti “fuori sincrono”.  Quel “fuori sincrono” che costituisce la sostanza di ogni personaggio sulla scena, “fuori sinc.” con se stesso e con il suo passato, i cui errori, abusi, e dinamiche familiari irrisolte non permettono di liberarsi dai propri schemi di comportamento che conducono sempre e inevitabilmente all’autosabotaggio.

Un’opera che mette in luce la scoperta dei nostri lati infantili, capricciosi, a volte feriti e chiusi, tramite il rapporto con un’altra persona, quelle piccole situazioni irrisolte che ci perseguitano soprattutto quando siamo ad un passo dalla felicità. Un invito a riconoscere tutti quei comportamenti, anche inconsci, che impediscono di relazionarci apertamente e che finiscono per “tirarci indietro” e non ci permettono di vivere i nostri sogni e di seguire i nostri istinti e le nostre passioni. Perché, infondo, come ci suggerisce l’ultima canzone del musical, la vita non è come il teatro o come il cinema: nella vita non esiste replay.

Il musical andrà in scena dal 10 al 12 Dicembre alle ore 21.00 presso il Live Forum, situato all’interno del Mediolanum Forum, di fronte all’ingresso del Teatro della Luna. I biglietti sono disponibili su ticketone.it a partire da € 16,50 o sono acquistabili direttamente alla biglietteria del teatro.

G. Masi

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964