Risate e giocoleria: arriva il Milano Clown Festival

clown festival 201570 artisti, 11 nazioni, 3 workshop, 130 eventi e 21 luoghi coinvolti. Sbarca a Milano con questi numeri la decima edizione del Milano Clown Festival, il festival internazionale sul nuovo clown e teatro di strada.

Una vera e propria “festa dei folli” come l’avrebbe definito Victor Hugo in “Notre-Dame de Paris”, un evento unico che dal 18 al 21 Febbraio metterà a soqquadro con giochi di prestigio, acrobazie e risate il quartiere Isola e non solo. Si animeranno anche il centro, con Piazza Duomo, la Galleria e Piazza Mercanti, Via Padova, Cinisello Balsamo, l’Ospedale pediatrico Buzzi, il Teatro Ringhiera, la Parrocchia Santa Maria del Gran Conisglio e la Pizzeria alla Fontana.

Uno slogan chiaro e programmatico campeggia a chiare lettere sulle bandiere dell’evento: "Il NOI" contrapposto all'IO odioso!
Un festival dove si respira il sapore dell’arte di strada, della vita circense, di un movimento che come un’onda di freschezza viene a portare una piccola primavera anticipata.

“Se la vita è come un Circo, allora il Milano Clown Festival impersona il clown nello spettacolo quotidiano di tutti noi: al momento giusto fa il suo ingresso in pista per coprire i ‘buchi di scena’, per riportare il sorriso dove non c’è, per colmare i vuoti tra i numeri delle nostre vite. Il festival arriva, ti prende per mano e ti porta via con sé per quattro giorni”.

I nomi degli artisti e delle compagnie protagoniste evocano personaggi fiabeschi, ai confini tra la realtà e la leggenda: dalla band musicale dei Brassato Drum, al ritorno del francese Iman Lizarazu con il conterraneo Raymond Raymondson, agli spagnoli della Compagnia Anogusano e della Shakti Olaizola; dal belga-israeliano Circo Pitanga, alla italiana La Sterza Famiglia e alla polacca Pina Polar.
Da evidenziare anche la compagnia russa dell’OPS Theatre, il grande Avner The Eccentric, direttamente dagli Stati Uniti e i ragazzi di Bucarest del progetto Parada (la cui incredibile storia è narrata da un bellissimo film-documentario del 2008 che porta lo stesso nome), tutte e tre non solo con l’energia e le risate dei loro spettacoli, ma anche con tre imperdibili workshop, aperti anche a curiosi uditori.
In attesa della comunicazione della Giura Ufficiale, torna per il terzo anno consecutivo la severissima Giuria dei Bambini che consegnerà il Premio intitolato a Don Eugenio Bussa. I bambini di età compresa tra i 5 e i 12 anni, infatti, potranno iscriversi sul sito ufficiale del festival e entrare a far parte di una vera giuria, con tanto di schedina personale per le votazioni che nella serata finale di Sabato 21 febbraio decretaranno il miglior artista al festival 2015.


Al quartiere Isola intanto sta per innalzarsi ilbellissimo chapiteau, cuore della manifestazione, all'ombra degli svettanti grattacieli, in un contrasto divertente e spettacolare.
Come arrivarci? Metropolitana e fermata Gioia, ovviamente.

Gabriele Masi

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964