fbpx
  • Home
  • Teatro
  • S. Remigio, un'abbazia sconsacrata e un Macbeth come non l'avete mai visto

S. Remigio, un'abbazia sconsacrata e un Macbeth come non l'avete mai visto

Un’abbazia sconsacrata. Dieci attori da Milano e Brescia. Cuore, energia, sudore...e un’ esperienza da vivere.

È infatti la navata centrale del monastero di S. Remigio, un’abbazia sconsacrata del 1200 situata nel piccolo comune di Parodi Ligure, in provincia di Alessandria, che dieci attori, tra cui due allievi della scuola Minima teatro, sette attori dell’omonima compagnia e un’attrice professionista di Parodi ligure, hanno scelto come set su cui lavorare, sotto la guida e direzione artistica di Fabio Boverio, per dar vita a una delle opere più intense ed evocative di Shakespeare: il Macbeth.

 Le prove si sono svolte per soli tre intensi giorni negli ambienti della chiesa che gli attori hanno usato come fonte d’ispirazione per estrapolare tutta la forza e l’intensità emotiva di un testo che in ogni sua parola -in ogni sua singola lettera- riecheggia di mistero, ambiguità, passione.

 Immaginatevi adesso di trovarvi in una chiesa, nella cui navata centrale dieci attori, tanto vicini a voi da poterli toccare, sono pronti ad usare corpo, anima e cuore per dare consistenza fisica a una tragedia che racconta di come l’animo umano, accecato dalla brama di ambizione e di potere, può arrivare a spingersi tanto oltre le sue possibilità da degenerare nella follia.

Smettete di immaginare e aprite gli occhi.

21432713_514522988893919_4951764536530457970_n.jpg

Perchè è questa la sfida che Minima teatro ha colto come occasione di studio e sperimentazione, è questo a cui assisteranno i fortunati spettatori che il 17 Settembre, alle 20.30, si recheranno nell’abbazia del piccolo comune piemontese per condividere con gli attori -versando un’offerta libera- un’esperienza coinvolgente e di una forza emotiva giocata principalmente sulla dinamicità dei corpi degli interpreti e il loro contatto diretto col pubblico, messo al centro della narrazione.

Il lavoro avrà una scenografia stilizzata ed evocativa, quasi inesistente, spogliata di elementi in eccesso e composta principalmente dai corpi dinamici e reattivi degli attori, usati come canale per catturare l’essenza dell’opera e trasmetterla al pubblico, in una messa in scena tanto intensa da fargli trattenere il fiato e sentire un brivido a fior di pelle.

Un’occasione unica ed entusiasmante, una sfida contro il tempo e le regole, uno studio per estrapolare tutte le potenzialità di un testo che, pur essendo stato scritto nel 600, riesce a parlarci e sorprenderci ancora oggi.

Macbeth di Minima Teatro

Presso Abbazia di San Remigio, Parodi Ligure (Alessandria)

Domenica 17 settembre, ore 20.30. 

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964