Teatro Dal Verme

teatro-dal vermeIl Teatro Dal Verme prende il nome dalla famiglia Dal Verme, che nel XIX  abitava i palazzi affacciati sulle attuali vie San Giovanni sul Muro e Puccini. Di fronte a queste strade nel 1864 era stato eretto il baraccone di legno del Circo Ciniselli, che provocava continue proteste tra gli abitanti del quartiere. I Dal Verme, qualche anno dopo, decisero di acquistarlo per abbatterlo e di utilizzare l'area per costruire un grande teatro che portasse il nome del casato.

Il progetto fu affidato dal Conte Francesco Dal Verme all'architetto Giuseppe Pestagalli il quale concepì un edificio capiente circa tremila posti e con le caratteristiche dell'architettura teatrale del pieno Ottocento: la consueta forma a ferro di cavallo, molto ampia, su cui sorgevano due ordini di palchi, sormontati da una profondissima loggia che da sola conteneva circa mille quattrocento persone. L'edificio fu eretto a tempo di record e inaugurato nel 1872, dopo un anno e mezzo di lavori.

L'inaugurazione avvenne il 14 settembre 1872 e con la rappresentazione de' Gli Ugonotti di Meyerbeer. Destinato prevalentemente all'opera lirica, ma anche alla prosa e a spettacoli popolari, il teatro da allora programmò regolari stagioni che in certi periodi vennero giudicate non inferiori a quelle del Teatro Alla Scala.

Tra gli anni d'oro del Teatro si ricorda, il 1884, quando l'inaugurazione propose Le Villi dell'esordiente Giacomo Puccini; e il 1892, quando ebbe luogo la prima rappresentazione dei Pagliacci di Ruggero Leoncavallo.teatro-dal-verme-milano

La vedova allegra di Franz Lehar, ebbe al Dal Verme , il 27 aprile 1907 , il suo trionfale battesimo italiano: applausi e richieste di bis a non finire non solo per la protagonista, la celebre Emma Vecla, ma anche per Caramba, il mago dei costumi. Serate memorabili furono quelle nelle quali arrivò Marinetti con il Teatro futurista. Per quanto riguarda la prosa, sono passate alla storia del Dal Verme le recite di Tommaso Salvini nel 1878 e l'addio alle scene di Ermete Novelli il 19 febbraio 1915.

I bombardamenti del 1943 distrussero gli interni nonché la splendida cupola originaria che, dagli occupanti tedeschi, venne spogliata di tutte le parti metalliche. Venne restaurato nel 1946.

Negli anni Cinquanta il Teatro Dal Verme, trasformato in cinematografo già da una ventina d'anni, venne per qualche tempo destinato ad ospitare le riviste musicali; si tornò poi al cinema e, saltuariamente, ai congressi politici.

Il Teatro Dal Verme oggi, dopo la ristrutturazione, conta una Sala Grande, l'auditorio, da 1.420 posti e una Sala Piccola da 200 posti. 

TEATRO DAL VERME
Via S.G. sul Muro (ang. Via Puccini), Milano - Zona Cairoli
02 87905

Vai alla sezione dei Teatro a Milano

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964