Virginia Woolf al Teatro Verdi

teatroburattoPer concludere nel migliore dei modi la VIII edizione del IF Festival al Teatro Verdi (Festival Internazionale Teatro di Immagine e Figura), sul palco dal 19 maggio c'è "...E scrisse O come Orlando"

Si tratta di una recente produzione del Teatro del Buratto, con regia di Jolanda Cappi, ispiratasi, per lo spettacolo, al romanzo di Virginia Woolf "Orlando".

Uno spettacolo che ha tutte le carte in regola per attirare il pubblico internazionale giunto su territorio milanese per Expo 2015, e che si prolungherà fino a domenica 31 maggio.

Come da consuetudine, la Compagnia del Teatro del Buratto, affianca ai linguaggi verbale e gestuale, tipici del teatro e degli attori, linguaggi più sconosciuti e particolari, che mai però fino ad ora hanno deluso gli spettatori.

Ed ecco che anche in questo spettacolo si è indagato sulle possibilità del teatro su nero, tramite cui il racconto viene affidato alle immagini e ad oggetti, pupazzetti e sculture animate nei tagli di luce, a cui vengono alternate proiezioni di immagini in movimento, che diventano a loro volta scenografia dello spettacolo, arricchendolo e rendendolo unico nel suo genere.

Proiezioni, immagini e teatro di figura fanno prendere forma al romanzo della Woolf, tramite un gioco di specchi e di diversi livelli che si sovrappongono e si intersecano "incastrando" lo spettatore in vortice di coinvolgimento e metamorfosi.

Tema centrale dello spettacolo e del romanzo, l'androginia di Orlando e i suoi numerosi mutamenti: da ragazzo sognante, alla corte della regina Elisabetta I, ad ambasciatore in Oriente, da giovane innamorato della bella principessa Sasha, alla metamorfosi in donna dopo un lungo sonno. 

Lo spettacolo è una riflessione sulla metamorfosi, sulla combinazione di elementi maschili e femminili in ognuno, sulla presenza di doppi, di opposti e di livelli, che bene vengono espressi dai diversi linguaggi utilizzati sulla scena. woolf

Elemento non secondario nella riuscita dello spettacolo è la colonna sonora, composta da Roberto Andreoni, in costante dialogo con le immagini e le presenze fisiche sul palcoscenico. Musica ispirante e ispirata allo stesso tempo, poiché ha contribuito in maniera determinante lo svolgersi dello spettacolo, e a sua volta è nata grazie agli elementi sulla scena, che ne hanno permesso la composizione.

E' possibile assistere agli spettacoli da martedì a sabato alle 21, o la domenica alle 16.30.

Biglietto intero 20 euro
Biglietto ridotto (over 65/under 25) 10 euro
Biglietto convenzionati 14 euro
Mercoledì posto unico 10 euro

Clara Cappelletti

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964