Le carte da gioco tra storia e giochi

carte milanesiCarte da gioco, semplice passatempo o d'azzardo? Mezzo divinatorio o trappola di vizio? La nascita delle Carte da gioco è avvolta ancora nel mistero di diverse ipotesi, ebraica ed egiziana o spagnola oppure italiana?

Il mazzo di carte più antico è conservato al Museo di Topkapi, in Turchia, ed è composto da una serie di lamine con quattro "semi". Tuttavia potrebbe benissimo essere che le carte siano nate ben prima della scoperta della carta, ad esempio come tavolette d'argilla su cui vi erano tracciati dei segni o figure. In Italia la comparsa delle carte da gioco risale al XIV secolo, come si evince da un atto datato 1376 in quel di Firenze. Le carte da gioco moderne però potrebbero a ragione derivare dai Tarocchi, in particolare da quelli Veneziani del XV secolo, nei quali iniziano a comparire bastoni, coppe, denari e spade.

Queste figure, che in quelle francesi diventano cuori, fiori, picche e quadri, non sono casuali, ma abbinate a quattro categorie, e precisamente:

- i bastoni agli agricoltori

- le coppe ai sacerdoti

- i denari ai commercianti

- le spade ai guerrieri

un altro accostamento delle carte da gioco è quello con il gioco degli scacchi, ecco allora apparire le figure del re, della regina e del fante.

Le carte da gioco italiane sono da catalogare regione per regione, poiché ogni regione presenta delle diversità nelle figure. Le carte da gioco italiane sono formate da un mazzo di 40 carte, dieci per ognuno dei quattro semi. Vi sono poi mazzi da 52 carte, dette internazionali, e che vogliono 13 carte per ognuno dei quattro semi più quelle dei fanti, delle regine e dei re.

Vi sono anche in commercio carte da gioco per bambini o con figure didattiche o con fini satirici. Esiste anche un collezionismo molto interessante.

Ecco ora un elenco dei giochi di carte, alcuni a tutti noti e altri meno conosciuti.

Gioco di carte definiti Solitari e che, come dice il nome, si giocano da soli.

- Appaga desideri.

- Napoleone e piccolo Napoleone.

- Orologio pazzo.

- Piramide del Faraone.

- Quindici.

- Tredici.

 

Giochi di carte con due o più giocatori.

  • Baccarà.
  • Bridge.
  • Briscola.
  • Canasta.
  • Chemin de fer.
  • Macao.
  • Macchiavelli.
  • Poker.
  • Poker americano.
  • Ramino.
  • Scala quaranta.
  • Scopa.
  • Scopa d'Assi
  • Scopone.
  • Scopone scientifico.
  • Seme vincente.
  • Sette e mezzo
  • Teresina.
  • Terziglio.
  • Trente e Quarante.
  • Tresette.
  • Tresette a non prendere.
  • Zecchinetta.

 

Giochi di carte per bambini.

  • Asino.
  • Dubito.
  • Restare in camicia.
  • Rubamazzetto.

E altri giochi con mazzi di carte stampate alla bisogna, ad esempio con figure di animali.

Esistono poi altri giochi di carte come ad esempio

  • Bazzica.
  • Boston.
  • Mercante in fiera.
  • Quadrante.

 

Il gioco con le carte è sempre stato, e lo è anche oggi, un passatempo che richiama accortezza, abilità, strategia e un pizzico di fortuna. Spesso sono i Circoli di ricreazione o i bar a organizzare veri e propri tornei con premi ai vincitori. Purtroppo a volte qualche giocatore si lascia trasportare da un impeto un po' travolgente e grossolano, rovinando, a mio avviso, il piacere di fare una partita serena e piacevole.

 

Al proposito mi sovviene una breve poesia che scrissi un giorno di tanti anni fa quando, in bicicletta, pedalando lungo il Naviglio mi fermai in una tipica osteria dove vi erano alcuni che stavano giocando una partita a carte. Si intitola così:

All'Osteria

Con un linguaggio fatto di gesti

e con battute trasandate

si consuma la partita di tresette

al tavolo della vecchia osteria.

L'acre odore dei sigari

si mischia al giocondo rosso,

mentre il vecchio cucù di legno,

inascoltato,

annuncia il tempo che passa.

Leggi anche:

Carte da gioco lombarde

 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.