Il Pendolare Imbruttito: ecco l'identikit

trenoLa vita del pendolare, si sa, non è facile: code interminabili per rinnovare gli abbonamenti, compagni di viaggio molesti, continui ritardi. È dunque in costante aumento la presenza del cosiddetto Pendolare Imbruttito, curioso esemplare riconoscibile da alcune caratteristiche fondamentali. Se anche tu temi la metamorfosi, dai un’occhiata qui sotto.

1. Il Pendolare Imbruttito è disposto a tutto per accaparrarsi un posto a sedere. Non appena lo sportello del treno si apre, è in grado di fiondarsi all'interno della vettura ad un’incredibile velocità. Raggiunto l’obiettivo, è deciso a mantenere il privilegio ottenuto a qualsiasi costo; cede il proprio posto solo a persone in evidente stato di disabilità o gravidanza (non senza aver prima provato a ignorarle fingendo un sonno profondo).

2. Se gli altri viaggiatori parlano ad alta voce, il Pendolare Imbruttito inveisce silenziosamente contro di loro. Tuttavia, nutre un certo interesse ad ascoltare le vicende altrui.

3. Il Pendolare Imbruttito conosce vita, morte e miracoli di tutti i suoi compagni pendolari, pur senza aver mai rivolto loro la parola (vedi punto 2).

4. Al momento di scendere dal treno, il Pendolare Imbruttito guarda con aria di sfida chi è in attesa di salire sul medesimo treno: lo sanno tutti che prima bisogna scostarsi per far scendere i passeggeri!

5. Se il treno è in ritardo, il Pendolare Imbruttito si lamenta per tutto il giorno del disagio subito – dopo averlo minuziosamente documentato con fotografie dei tabelloni, rigorosamente condivise su facebook.

6. Se il treno è in orario, il Pendolare Imbruttito non si lamenta del disagio subito. Si lamenta del vicino a sedere, del freddo, o di qualche altra cosa.

7. Il Pendolare Imbruttito migliora costantemente il proprio record personale sui 100 metri (che separano l’ingresso della stazione dallo sportello del treno).

8. Se disgraziatamente, nonostante l’allenamento, il Pendolare Imbruttito perde il treno indovina un po’? – si lamenta per tutto il giorno (cfr. punti 5 e 6).

9. Se, fortunosamente, essendo uscito in anticipo dall’ufficio, il Pendolare Imbruttito riesce a prendere il treno prima di quello abituale, si sente come dopo Italia-Germania ai mondiali dell’82.

10. Il Pendolare Imbruttito si lamenta. Tuttavia, sa che – se dovesse cambiare mezzo di trasporto – sentirebbe la mancanza del suo treno, dei suoi compagni di viaggio (con i relativi racconti), delle sue (dis)avventure di Pendolare Imbruttito.

Luana Todesco

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964