• Home
  • TRASPORTI
  • Metropolitana Notturna a Milano: il grande bluff

Metropolitana Notturna a Milano: il grande bluff

metro notturna milanoLa notizia era di quelle che avrebbe equiparato Milano alle altre grandi metropoli europee: il debutto in città della metropolitana notturna .

Non si tratta di treni metropolitani attivi durante le notti dei week end, ma, più semplicemente, di autobus sostitutivi che, suddivisi in 15 linee, percorrono la città dal centro alle periferie con lo scopo di migliorare la qualità della vita e il divertimento dei cittadini.

Un'ottima notizia se si pensa che, prima di questo, l'unica alternativa ai costosi taxi milanesi o a prendere la propria auto era il Radiobus, linee rete notturnaun servizio a prenotazione che si concludeva, però, alle 2 di notte. In piena serata per chi decideva di andare a ballare o, semplicemente, voleva fare un po' più tardi.

Non sarà veloce come una metropolitana ma è comunque un servizio notturno. Tenere aperta la metro anche di notte, poi, ha certamente dei costi molto alti e le casse del comune, si sa, non sono sicuramente floride. Siamo in Italia e non si può pretendere di essere al passo con gli altri Paesi.

La metropolitana notturna è comunque un cambiamento enorme nel modo di vivere la città dei milanesi.

Questo si sarebbe potuto scrivere se le cose fossero andate per il meglio. Peccato che la realtà sia totalmente diversa.

Siamo di fronte ad un servizio scadente che è finito per diventare un flop clamoroso. Quella che voleva e doveva essere un'idea nuova e fresca, un modo per dare a Milano un tocco di modernità e aiutarla a diventare una città più a misura d'uomo e al servizio del cittadino, si è rivelata un'iniziativa inutile e obsoleta. I bus sono pochi e sono lenti e le attese sono lunghissime. L'unica nota positiva è il prezzo del biglietto, che è quello ordinario urbano e vale per tutta la durata del servizio.

Non si tratta di farne una questione politica nè di criticare l'operato di una giunta che, nonostante le aspettative e un modello difficilmente peggiorabile di quella precedente di centro destra, non ha prodotto risultati fin qui soddisfacenti.

Si tratta di esporre un dato di fatto.

Aspettare in piena notte l'autobus per 25 minuti, salirvi, fare una fermata e rimanere fermi per altri 30 perchè si è arrivati al capolinea, non è un modo celere e sicuro per tornare a casa. Offrire un servizio adeguato significa permettere all'utente di usufruirne evitandogli anche il minimo disagio. E in tutto ciò non rientra farlo attendere quasi un'ora al freddo prima di poter partire.

Spostarsi la sera in città continua ad essere, purtroppo, un privilegio di chi è automunito, con tutte le difficoltà del parcheggio, il traffico e i controlli sempre più frequenti. Oppure di chi può pagarsi un taxi o un noleggio con conducente.

Milano è la città del divertimento e della vita notturna. Dei locali e delle discoteche. Dei ristoranti, dei pub e dei teatri.

Venite e divertitevi. E poi tornate a casa, se ci riuscite.

 Alessio Spera

Leggi anche:

Metro Milano
la Mappa della Metropolitana di Milano
La metropolitana di Milano nel 2030
Metropolitana di Milano: storia
il Passante Ferroviario di Milano
le Linee Suburbane di Milano
le Metrotranvie di Milano

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI