• Home
  • TRASPORTI
  • Potenziamento tratta RHO - GALLARATE facente parte della linea PORTO CERESIO - MILANO

Potenziamento tratta RHO - GALLARATE facente parte della linea PORTO CERESIO - MILANO

rotaie trenoPOTENZIAMENTO TRATTA RHO — GALLARATE FACENTE PARTE DELLA LINEA PORTO CERESIO - MILANO

(di cui al Fascicolo linea RFI n° 24)

IL CONSIGLIO COMUNALE DI LEGNANO PREMESSO CHE

  • il potenziamento della direttrice MI — VA, con particolare riferimento alla tratta Rho — Gallarate, rappresenta un punto fondamentale per il miglioramento della qualità della vita dei molti pendolari che ogni giorno utilizzano il trasporto ferroviario per recarsi a scuola o al lavoro;
  • All'interno del Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti (PRMT), che è lo strumento che delinea il quadro di riferimento dello sviluppo futuro delle infrastrutture e dei servizi per la mobilità di persone e merci in Lombardia, approvato da Regione Lombardia con d.c.r. n. 1245 il 20 settembre 2016, il potenziamento della suddetta tratta risulta essere tra le azioni fondamentali da intraprendere;
  • il servizio offerto da Trenord ha subito, negli ultimi anni, un evidente tracollo in termini qualitativi, nonostante le misure messe in atto da Regione Lombardia; Tracollo dovuto anche all'ormai nota situazione di sovraffollamento della tratta in questione.

SOTTOLINEATO CHE

  • L'opera di potenziamento della direttrice MI — VA è stata inclusa per la prima volta tra le opere di interesse nazionale nel 2001 con delibera CIPE numero 121 all'interno dell'ambito del "Corridoio Plurimodale Radano" (sistemi ferroviari "Accessibilità ferroviaria Malpensa"), con una spesa iniziale stimata in 1.133 Milioni di euro;
  • Nel 2009 la Commissione tecnica di valutazione di impatto ambientale VIA e VAS, con parere 383 del

30 novembre 2009, ha espresso parere favorevole circa la progettualità inviata da Italferr (per conto di RFI) al Ministero per le Infrastrutture ed i Trasporti (MIT);

  • Dal 2009 al 2016 l'opera vive una fase di stallo progettuale e di rinvii dovuti principalmente al dirottamento di risorse e interesse verso EXPO;
  • In data 25 novembre 2016 è sottoscritto, tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Lombardia, il Patto per la Regione Lombardia "Interventi per lo sviluppo economico, la coesione sociale e territoriale della Regione Lombardia" che prevede interventi per un importo complessivo di 10,746 miliardi di euro. Nell'allegato A è riportata l'opera "Potenziamento rete ferroviaria Rho ­Gallarate (I fase)" con un costo di 402 Milioni di euro, una copertura finanziaria di risorse nazionali e regionali già assegnate pari a 20 Milioni di euro e 382 Milioni di euro quale ammontare delle risorse richieste dal MIT in Legge di Bilancio 2017.

CONSIDERATO INFINE CHE

  • In data 1 agosto 2017 è sottoscritto Io schema di contratto di programma RFI, parte investimenti 2017-2021, sui quale il CIPE ha espresso parere favorevole con delibera n. 66 del 7 agosto 2017. Al

31 maggio 2018 l'iter per l'approvazione del nuovo contratto non risulta concluso;

  • Nell'Allegato infrastrutture al DEF 2018 è inserito l'intervento "2 Direttrice Liguria-Alpi - Connessioni con i valichi svizzeri: potenziamento Gallarate-Rho, raddoppio Vignale-Oleggio-Arona, Nuovo terminale Milano smistamento", con un costo dell'intervento di 1.174,00 milioni di euro, un

Comune Legnano
REGISTRO UFFICIALE
Prot. 0014281 11/03/2019 - INGRESSO 

ammontare di risorse disponibili di 59,00 milioni di euro e un fabbisogno residuo di 1.115,00 milioni di euro.

CHIEDE

al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

  • Di mettere in atto tutte le azioni necessarie e le condizioni al contorno per garantire la realizzazione del progetto in questione, collocandolo in un contesto di complessivo potenziamento e miglioramento del servizio pubblico e ponendolo in netta controtendenza con altre azioni, come quella la soppressione del capolinea a Milano Cadorna del pullman suburbano Z602 che impoveriscono il territorio;
  • Di avviare al più presto un tavolo di lavoro con gli amministratori locali, RFI e tutte le parti in causa per fare chiarezza sullo stato del progetto presentandone i reali benefici ed accogliendo, qualora fossero presentate in un contesto di costruttivo confronto, osservazioni e potenziali migliorie;
  • Di porre in essere tutte le azioni necessarie per evitare la lottizzazione del progetto, azione che rischierebbe di lasciare l'opera incompiuta;
  • Che il seguente ordine del giorno sia trasmesso a:
  • Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli
  • II Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana
  • L'Assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile di Regione Lombardia, Claudia Maria Terzi
  • L'Amministratore Delegato di RFI, Maurizio Gentile
  • La responsabile relazioni istituzionali di RFI, Mara Mancini
  • II Sindaco metropolitano, Giuseppe Sala
  • Il Consigliere delegato a Mobilità e Servizi di rete di Città Metropolitana, Siria Trezzi
  • I Sindaci dei Comuni della tratta interessata dal progetto (Rho, Vanzago Pogliano, Parabiago, Canegrate, Nerviano, Busto Arsizio e Gallarate)
  • Il referente cittadino del Comitato Pendolari Milano — Varese, Raffaele Specchia

Gruppo Consiliare Lega Nord 

Gruppo Consiliare Forza Italia

Gruppo Consiliare Fratelli D'Italia

Pin It