Scale immobili metropolitane

scale-immobiliUno dei punti su cui medici, dietologi ed esperti vari insistono maggiormente per una vita sana e duratura è quello di fare sport o, in alternativa, tanto movimento.
L'attività fisica, oltre a mantenerci in forma e più belli, aiuta ad accrescere la salute, a migliorare le condizioni fisiche e, di conseguenza, aumenta la speranza di vita. Questo è un fatto scientifico, dimostrato da diverse ricerche, più o meno recenti, alcune delle quali hanno addirittura provato a quantificare gli anni in più di vita guadagnati in relazione alle ore di sport settimanali svolte.

Lo sport quindi fa bene, che lo si affronti in palestra, in piscina o semplicemente camminando a lungo o facendo le scale al posto di usare l'ascensore.
E' probabilmente questo il motivo per cui, prendendo la metropolitana a Milano, ci si trova di fronte a qualcosa di strano e fastidioso: le scale mobili, in molte stazioni, sono guaste. E questo, ormai, da diversi mesi.
Che la giunta comunale, in compartecipazione con l'ATM, abbia deciso di migliorare la salute dei milanesi?
I dati dicono che circa un quarto delle scale mobili nelle varie stazioni metropolitane risulti guasto e, più o meno lo stesso numero (contando anche gli ascensori), sia in attività da così tanti anni da aver abbondantemente superato il proprio ciclo naturale di servizio.
I disagi più grossi sono sulla Linea Rossa, quella più datata (la tratta Lotto-Sesto Marelli fu inaugurata nel 1964), che vanta la maggioranza di scale "immobili" di tutta la rete, con particolari disagi, tra le altre, nelle stazioni di Porta Venezia, Palestro, Conciliazione e QT8, dove, per salire dal mezzanino alla superficie bisogna affrontare più di 40 scalini. Una vera e propria scalata per gli anziani e tutti coloro che deambulano a fatica. Per non parlare dei portatori di handicap.
Caso analogo nella stazione di Moscova, sulla Verde, dove la situazione è ferma da così tanto tempo che si fatica a ricordare quando tutto era funzionante e a disposizione degli utenti, o alla fermata Centrale. E si potrebbe continuare a lungo l'elenco dei disservizi.
Chiaramente le proteste fioccano, i comitati si mobilitano e i responsabili promettono soluzioni veloci e definitive. Si parla di cifre già stanziate e di milioni di euro che verranno presto messi a disposizione per riparare o sostituire i macchinari non funzionanti.
Occorre fare delle riflessioni.
Il problema "vecchiaia" nella metrò di Milano non è cosa recente, ma va ricercato indietro negli anni. E' Inutile e falso dare tutta la colpa agli attuali protagonisti della scena politica milanese, perchè è logico pensare che il problema delle scale mobili fuori servizio o sotto continua manutenzione sia dovuta anche e soprattutto agli scarsi investimenti fatti in passato, sia da parte delle varie giunte che di coloro i quali, negli anni, si sono divisi la gestione dell'ATM.
E' altrettanto vero che sia stata questa amministrazione a volere l'aumento del biglietto, parlando di adeguamento ai parametri e ai prezzi delle altre principali città europee, non tenendo conto, però, di quanto il servizio offerto non sia minimamente paragonabile a queste realtà.
Ritardi e guasti sono all'ordine del giorno, sia nelle linee sotterranee che in quelle di superficie, per non parlare delle novità introdotte di recente che si sono rivelate un flop (metro notturna) o la mancanza di potenziamenti del servizio durante eventi particolari, fiere su tutti, che ogni mese richiamano in città migliaia di visitatori.
Molto c'è ancora da fare e, soprattutto, da investire. Ben consci che i soldi a disposizione siano pochi.
Senza perdere la speranza e in attesa che che le promesse vengano mantenute, non ci resta che correre ad allenarci nella palestra più vicina: lo step ci aspetta. Ci sono ancora tante scale da fare.

Alessio Spera

Leggi anche:

Metro Milano
la Mappa della Metropolitana di Milano
La metropolitana di Milano nel 2030
Metropolitana di Milano: storia
il Passante Ferroviario di Milano
le Linee Suburbane di Milano
le Metrotranvie di Milano

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI