• Home
  • TRASPORTI
  • Traffico e Milano, un binomio che pesa sugli automobilisti

Traffico e Milano, un binomio che pesa sugli automobilisti

traffico milanoMilano continua a essere una delle città più trafficate d'Italia, con un livello secondo soltanto a quello raggiunto a Roma; in generale, secondo le ultime ricerche gli automobilisti tricolore passano un'ora in più a settimana bloccati nelle vetture a causa della congestione delle strade, con effetti disastrosi su stress e tasche.

I dati sul traffico in Italia sono davvero disastrosi: secondo l'ultimo studio dell'Osservatorio europeo della Mobilità, condotto da Ipsos e Boston consulting group, nel nostro Paese si trascorrono addirittura 10 ore e 40 minuti alla settimana (lavorativa, e quindi dal lunedì al venerdì) per spostarsi secondo le proprie necessità. Un dato superiore di un'ora rispetto alla media del Vecchio Continente, considerando tutti i mezzi di trasporto.

Tempo perso nel traffico. Rapportati su un intero anno, significa che gli italiani trascorrono 556 ore, ovvero 23 giorni interni, a cercare di completare il percorso tra casa e posto di lavoro o studio; tutto tempo "perso" a causa di trasporti pubblici inefficienti e, nella maggior parte delle città italiane, della congestione del traffico.

Milano seconda città più trafficata. Proprio a Milano questo aspetto tocca uno dei livelli più alti in Italia: la nostra città, infatti, detiene un poco invidiabile record sul fronte del traffico: come evidenziato dalle rilevazioni di Inrix, azienda statunitense specializzata nel campo delle informazioni sulla mobilità, il capoluogo lombardo è secondo soltanto a Roma in Italia e 137esimo assoluto al mondo per tempo perso bloccati in auto a causa dei rallentamenti stradali (qui per maggiori informazioni).

Record poco invidiabile. Per la precisione, gli automobilisti a Milano impiegano il 9 per cento del tempo totale bloccati nel traffico, trascorso tra imbottigliamenti e code; di poco superiore il tempo perso a Roma, che si conferma Capitale d'Italia anche in questo fattore, dove la percentuale sale all'11, mentre a completare il podio c'è Palermo, prima città del Sud. A livello mondiale, invece, a città più trafficata è Los Angeles (California, Stati Uniti), dove si stima un 13 per cento di tempo di guida perso a causa dei rallentamenti, seguita da Mosca, capitale della Russia, e da New York.

traffico milano2Livelli di smog critici. Questo studio non stupisce molto: soltanto nelle scorse settimane, la Commissione europea ha inviato all'Italia una lettera con un parere motivato, seconda fase della procedura di infrazione, per spingere il Paese ad adottare azioni appropriate per ridurre le emissioni di particolato Pm10. Sotto accusa, in particolare, ci sono le ripetute violazioni dei limiti giornalieri di Pm10 in 30 zone, tra cui appunto Milano; nella nostra città, addirittura, a metà aprile si era già superato il valore limite annuale, a riprova di una condizione davvero critica per l'ambiente e non solo.

Gli effetti sulla salute. Oltre all'inquinamento ambientale, questa situazione provoca problemi anche sul fronte "acustico": secondo un report dell’European environment agency, proprio il traffico stradale è la principale fonte dell’esposizione umana al di sopra della soglia di 55 decibel, e anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha messo sotto accusa questo fattore, reputandolo seconda causa di stress ambientale più dannosa in Europa, con effetti negativi anche sulla salute. In particolare, l'Oms spiega come gli effetti nocivi del rumore derivano principalmente dalla reazione allo stress che provoca nel corpo umano, che sopraggiunge anche durante il sonno; questa situazione può potenzialmente portare a morte prematura, malattie cardiovascolari, deficit cognitivo, disturbi del sonno, ipertensione e, nella condizione più "semplice", fastidio continuo.

E quelli sul portafogli. Ma il traffico ha un ultimo aspetto negativo, legato questa volta al mero risvolto economico: il tempo trascorso in auto incide infatti sull'usura della nostra auto e, forse in maniera sottovalutata, anche sulle condizioni delle gomme montate, rendendole meno performanti. Ecco che allora, come consiglia il portale Euroimport Pneumatici, punto di riferimento per informazioni e acquisti di gomme online, diventa fondamentale prestare cura allo stato delle coperture montate, verificando stato del battistrada e pressione, e non esitando a sostituire un treno eventualmente troppo consumato.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.