Volano i viaggi in autobus da e per Milano

autobus lunga percorrenzaA quasi due anni alla liberalizzazione del mercato italiano delle autolinee a lunga percorrenza, avvenuta nel gennaio 2014, l'autobus ha superato il treno nella gerarchia dei mezzi di trasporto più utilizzati Italia.

A dimostrarlo sono le dichiarazioni fatte dall'ufficio di Ferrovie dello Stato all'HuffPost: attualmente l’80% degli italiani si sposta in automobile, mentre il restante utilizza 20% il trasporto collettivo, di cui il 15% viaggia in autobus e soltanto il 5% sceglie il treno. Numeri che evidenziano in modo piuttosto netto il recente boom dei viaggi in pullman e confermano un trend che non sembra volersi arrestare.

Milano è sicuramente una delle città italiane più coinvolte dall'espansione del settore del trasporto su gomma. Questo business, che in Italia nel solo 2015 è cresciuto del 38%, ha fatto del capoluogo lombardo un hub importante non soltanto a livello nazionale ma anche europeo. Ben collegata con le vicine Francia, Svizzera e Germania, Milano si è attestata nell'ultimo anno come un polo fondamentale per la compagnia tedesca Flixbus, che ha fatto transitare in città oltre 600mila persone. Il progetto di riqualificazione dell'area di Lampugnano e l'apertura di un secondo terminal a San Donato Milanese sono ulteriori segnali della vitalità di questo settore.

Secondo il sito di viaggi GoEuro, i viaggiatori che raggiungono la città in pullman sono il 17% in più di coloro che lo fanno con il treno. Una spiegazione si può probabilmente trovare nel costo limitato di questo genere di viaggi. Nella classifica dei paesi europei più economici per quanto riguarda gli autobus a lunga percorrenza, l'Italia si piazza infatti al quinto posto, subito dietro alla Germania e un gradino sopra la Grecia: percorrere 100km nella nostra penisola costa appena 5,70 euro. In testa a questa speciale graduatoria troviamo la Repubblica Ceca (4,36 euro), seguita dalla Francia (4,78 euro) e dall'Ungheria (5,00 euro).

Anche per queste ragioni Ferrovie dello Stato ha recentemente deciso di investire sul trasporto su gomma. Durante la presentazione del piano industriale per i prossimi dieci anni, l'amministratore delegato di Fs Renato Mazzoncini ha annunciato l'intenzione di incrementare la quota di mercato dall'attuale 6% al 25% entro il 2026.

È in questo contesto di forte sviluppo del settore che il Comune di Milano ha deciso di investire nella realizzazione di infrastrutture capaci di supportare un ulteriore aumento delle autolinee. L'ampliamento delle “superstazioni” per bus granturismo di Lampugnano e San Donato Milanese sembra andare in questa direzione ed è pensato per offrire un'alternativa valida all'automobile privata e all'aereo a coloro che vogliono viaggiare sia all'interno dei confini nazionali che in tutta Europa. In particolare Lampugnano, che è raggiungibile in metropolitana, potrebbe rafforzare nei prossimi anni il proprio ruolo strategico per la mobilità cittadina e più ampiamente dell'intero Nord.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.