• Home
  • FUORI PORTA
  • A bordo del Bernina Express: affascinante gita fuori porta

A bordo del Bernina Express: affascinante gita fuori porta

bernina expressHo usato il termine affascinante perché questa gita che vi voglio proporre è davvero affascinante, chi l’ha vissuta sono certo che non la dimentica più, mi riferisco alla Tirano – Saint Moritz a bordo del Bernina Express.

La partenza avviene da Tirano, cittadina della Valtellina, conosciuta soprattutto per il Santuario della Madonna di Tirano, costruito agli inizi del XVI secolo in seguito ad un’apparizione. La prima emozione si ha quando si raggiunge Brusio dove si affronta il viadotto elicoidale e che obbliga il treno a percorrere un giro su se stesso di 360°. Continuando nella sua salita, raggiunge la stazione di Miralago dove, lo dice chiaramente il nome, si può ammirare lo specchio d’acqua.

Raggiunto Poschiavo, s’inizia un percorso tutto montano, passando dai 1100 metri del fondovalle ai 2256 metri del Passo, uno spettacolo spettacolare e che allarga l’animo. Quando poi il treno inizia a inerpicarsi a mezza costa sul fianco della montagna, si apre una visione mozzafiato, anche se ogni tanto capita che qualche persona più impressionabile di altri, preferisca non essere dalla parte del finestrino che porta lo sguardo verso il basso. A 2091 metri ecco la stazione di Alp Grum, che appare dopo una serie di tornanti e curve, e che ci introduce nella Valle di Poschiavo, non prima di aver osservato il magnifico ghiacciaio del Palu, con splendide cime che gli fanno da contorno.

Dopo aver passato alcune gallerie, si costeggia il Lago Bianco dove, a metà circa dello stesso, abbiamo la stazione Ospizio Bernina, posta a quota 2253 m.s.m. la stazione alpina più alta d’Europa. Lasciata la stazione, s’inizia la discesa che ci porterà sino a Saint Moritz.

Il primo Bernina Express fu costruito nel 1910, e da allora ne ha fatta davvero tanta di strada ferrata, portando migliaia di persone, per lavoro o per diletto, e anche trasportando merci. Nei mesi di luglio e agosto la ferrovia offre 14 corse giornaliere Tirano – Saint Moritz, e 13 da Saint-Moritz a Tirano. Quasi ogni ora parte un treno da Tirano e da Saint Moritz, e il percorso si compie nell’arco di due ore e mezzo. Con il biglietto di andata e ritorno è possibile programmare delle soste intermedie. In estate è possibile viaggiare su carrozze scoperte, tuttavia, soprattutto se si hanno bambini al seguito, è preferibile evitare, poiché in alta montagna può scatenarsi all’improvviso un temporale che metterebbe a dura prova. Utile portare con sé una felpa, un impermeabile, di quelli leggeri e, per chi patisce i raggi solari, anche un’opportuna crema.bernina express2

I prezzi, soggetti però al cambio svizzero, sono di circa 65 euro per biglietto A/R Tirano – Saint Moritz in seconda classe, in prima sale a 110 euro. Vi sono agevolazioni e sconti per gruppi, bambini, trasporto di animali; è comunque opportuno visionare tramite internet le varie opportunità. Presso la stazione di Tirano non è possibile eseguire il cambio di moneta.

Attenzione: è necessario avere con sé un documento, passaporto o carta identità valida per l’espatrio, se vi sono minorenni meglio informarsi prima di affrontare il viaggio. Anche per gli animali al seguito bisogna uniformarsi a precise regole.

Tirano è in provincia di Sondrio, e si può raggiungere in auto percorrendo la SS 38 – Milano-Lecco-Sondrio.

In bus, tramite le autolinee Perego, linea Milano-Lecco-Bormio.

In treno, da Milano Centrale, linea Milano-Lecco-Sondrio-Tirano.

Una gita che raccomando davvero a tutti, e portate con voi i vostri figli, perché vivranno una giornata davvero indimenticabile. Per fare una cosa completa, la gita andrebbe ripetuta anche nella stagione invernale, dove il panorama assume un nuovo magico aspetto.

Leggi anche:

Milano, gite fuori porta

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI