Buccinasco: storia e arte

buccinascoBuccinasco è il comune di cui ci occupiamo questa volta. Buccinaschesi sono chiamati gli abitanti, mentre se si vuole pronunciare il nome in milanese, si deve dire Bücinàsch.

L’etimologia del nome pare derivare dal latino “bucina”, che indica canale o condotta di acqua. Rogge e fontanili sono, infatti, numerosi. Il santo patrono, che si festeggia la terza domenica di settembre, è Maria Santissima. I primi insediamenti si fanno risalire agli Etruschi, siamo nel 300-600 a.C. Trovandosi il Comune sulla direttiva Mediolanum – Ticinum, che collegava Milano a Pavia, sicuramente fu conquista romana. Per trovare la dicitura Buccinasco dobbiamo però arrivare al 1290 su un documento redatto da Goffredo da Bussero, che era uno scrittore e un presbitero, cioè chi amministrava le prime comunioni, oggi si direbbe un prete, il quale ne menziona il nome sul “ Liber Notitiae Sanctorum Mediolani”, dove annotava che Buccinasco apparteneva alla pieve di Cesano Boscone.

Nel XIII secolo ogni villaggio richiedeva un proprio sacerdote residente in loco, nascono così le prime parrocchie, e Buccinasco aveva una chiesa dedicata a San Michele, dove il curato diceva Messa una volta al mese. Seguirono anni di forte tensione tra casate nobiliari, sino all’arrivo del dominio spagnolo nel Ducato di Milano, che non fu sicuramente portatore di tranquillità e pace, ma di continue lotte, di angherie e ruberie e della famigerata peste. Una ripresa si ha solo con l’inizio della dominazione austriaca, anche se molto lenta poiché paesi lontani dalla città di Milano continuarono a subire un potere incentrato nelle mani di pochi, soprattutto dei proprietari terrieri. Buccinasco allora passò di feudo in feudo sino ad arrivare, nel 1787, ai conti Poldi – Pezzoli; poi venne Napoleone, poi ancora gli austriaci sino a quando, unitamente a Milano, anche Buccinasco partecipò ai moti contro gli austriaci e alla conquista del Regno d’Italia. L’entrata nel nuovo secolo vede nel Comune principalmente attività agricole, pastorizia, produzione di riso e casearia. Nel 1905 si apre, in questo Comune, una fabbrica per la produzione di sciroppi, liquori e gelati, è la Meucci, e rimarrà l’unica per diversi anni. Poi ecco la Grande Guerra, il fascismo e un’altra guerra mondiale, e anche Buccinasco ne patì le conseguenze. A guerra terminata inizia la ricostruzione, e sul territorio arrivano i primi insediamenti industriali e artigianali con un aumento sensibile della popolazione.
Buccinasco fa parte del Parco Agricolo Sud Milano, e sul suo territorio vi sono numerosi laghetti artificiali, tra i quali il lago Marzabotto, i laghi Pastorini e il Santa Maria, dove è possibile praticare la pesca.

Chiese e monumenti da visitare:

  • Chiesa di San Biagio o Chiesetta. Si trova nell'omonima piazza all'interno di una rotonda. Chiesetta a unica navata, con all'interno un’interessante pala d’altare.
  • Chiesa della beata Vergine Assunta o chiesetta di San Michele. Risale alla fine del Trecento, all'interno un interessante affresco datato 1480. La chiesetta è di proprietà dei conti Brivio – Sforza.
  • Chiesa di San Gervaso e Protaso. L’edificio risale al XIII secolo, e vi sorgeva attorno al cimitero. Interventi sono stati eseguiti modificandone la fisionomia. Belle le tre statue ottocentesche di Angeli.
  • Castello Visconteo. Più che a un vero e proprio castello si tratta di una massiccia residenza nobiliare. Si racconta che vi fosse un passaggio segreto che conduceva in una villa poco distante.
  • Villa Durini Borromeo. Costruita nel Cinquecento su un precedente convento, divenne residenza di villeggiatura di aristocratici milanesi. Ristrutturata nel 1970. Si affaccia sul Naviglio Grande. 

Molte sono le antiche cascine presenti:

  • Cascina Crivelli. Sicuramente una delle più antiche, ora non attiva.
  • Cascina Fagnana. Costruita attorno al 1400, acquistata dal Comune nel 1974 e attuale sede della Biblioteca comunale. 
  • Cascina Molino Bruciato. Cascina del XVIII secolo, oggi a uso abitativo e ad attività agricole. Una via del comune porta il suo nome.
  • Cascina Robbiolo. Documenti del XII secolo attestano la presenza di questa cascina nel territorio. 
  • Cascina Terradeo. Si trova presso il Castello di Buccinasco. 

Diverse sono le Società sportive fiorenti nel Comune, inoltre è presente il movimento scoutistico del Corpo nazionale giovani esploratori ed esploratrici italiani. 
Diverse sono le personalità legate a Buccinasco, ricordo ad esempio: Don Luigi Giussani, il cantautore Elio, l’attore comico e scrittore Gianluca Impastato e altri. 
Il comune di Buccinasco è servito da mezzi dell'ATM, l’autolinea 321, Milano – Bisceglie M1, la 351 Milano – Romolo M2. In auto è possibile raggiungere il Comune percorrendo la via Lodovico il Moro o transitando per la via Giambellino.

Leggi anche:

Arese: storia e arte

Arluno: storia e arte

Albairate: storia e arte

Arconate: storia e arte

Abbiategrasso: storia e arte

Baranzate: storia e arte

Basiano: storia e arte

Basiglio: storia e arte

Bellinzago: storia e arte

Bernate Ticino: storia e arte

Besate: storia e arte

Boffalora sopra Ticino: storia e arte

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964