Gaggiano nel cuore del parco del Ticino

gaggiano 1A 14 chilometri da Milano, in quel lembo di terra che si trova tra il Parco Sud e il Parco del Ticino, si trova il piccolo paese di Gaggiano, uno dei gioielli meno noti e apprezzati della provincia di Milano.

Non si sa molto delle origini di Gaggiano, anche se è molto probabile che venne fondata dopo la fine dell’impero Romano da quei coloni che si erano insediati nelle cascine lasciate disabitate dai cittadini delle province romane in fuga dopo l’arrivo dei barbari.

Dal IX fino alla fine del XII secolo il piccolo borgo venne conteso dalle famiglie locali, come i Boccardi e gli Avogadri, per poi essere coinvolto anche nello scontro tra i Comuni della Lega Lombarda e Federico Barbarossa nel 1176.

Nella seconda metà del Duecento Gaggiano venne coinvolto nella guerra civile di Milano tra i Visconti e i Della Torre, che alla fine ebbe i primi come nuovi signori milanesi.

Dopo un lungo periodo di splendore, che vide anche la costruzione di parte del Naviglio Grande di Milano, il piccolo borgo, alla fine del Quattrocento, venne annesso ai territori degli Sforza, che lo mantennero fino alla fine del Cinquecento, quando arrivarono gli Spagnoli.

Con l’arrivo del Seicento, Gaggiano vide una notevole crescita demografica, grazie anche al suo ruolo di collegamento con il Naviglio.

Dopo l’arrivo prima degli Austriaci e poi di Napoleone, la storia di Gaggiano prima diventa quella del Risorgimento e poi quella dell’Italia contemporanea.gaggiano 2

Sono molti i monumenti artistici e storici che si possono ammirare a Gaggiano ancora oggi.

Tra gli edifici civili sono da ricordare il settecentesco palazzo Venini Uboldi che si trova sulle rive del Naviglio, la villa Marino che fu la dimora del finanziere Tommaso, noto per il palazzo nel centro di Milano che è la sede del Comune della Città della Moda, e il medievale palazzo Comunale.

Numerosissime sono le chiese che si trovano dentro e fuori Gaggiano, tra queste ricordiamo la chiesa di Sant’Invenzio, che fu eretta nel Seicento, con una facciata in stile barocco, la Certosa di Vigano Certosino, che risale alla fine del Quattrocento, la duecentesca chiesa di San Vito e la chiesa di Barate, costruita nel Medioevo dove si trovava un antichissimo insediamento vescovile di epoca precristiana.   

 

 

LEGGI ANCHE....

il fascino di un fiume: il Ticino

Boffarola sopra Ticino

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.