Gita fuori porta a Lovere

lovereÈ giunto il tempo delle gite fuori porta, e questa volta vi voglio proporre una gita a Lovere sul lago Sebino, più conosciuto come lago d’Iseo.

Lovere, Lòer in dialetto bergamasco, è un comune dell’Alto Sebino in provincia di Bergamo, e situato sulla sponda nord-occidentale. Dista da Bergamo 43 chilometri. La storia di Lovere è molto antica, scavi archeologici hanno portato alla luce un nucleo abitativo di origine Celtica, in un’area chiamata Castelliere. Romani, Longobardi e Franchi seguirono nell'occupazione di questa importante e strategica località. Sino alla metà del XV secolo, quando Lovere passò sotto la dominazione veneziana, gli scontri armati erano all'ordine del giorno.

La Serenissima apportò, per gli abitanti di questa piccola cittadina, benefici di ordine economico e sociale, accogliendo anche il desiderio della popolazione di essere posti sotto la tutela della città di Bergamo. Terminato questo brevissimo excursus storico, ecco la parte turistica. La prima visita che consiglio è quella dedicata alla Basilica di Santa Maria in Valvendra.

Edificata nella prima metà del XV secolo in stile gotico, fu più volte ristrutturata, sino ad avere un aspetto rinascimentale. L’interno è davvero affascinante e interessante, possibile ammirare anche sculture di legno e marmo della bottega del Fantoni. Altra chiesa interessante è quella dedicata a San Giorgio, edificata nel 1263, è uno degli edifici religiosi più antichi della zona. Impossibile non visitare il Santuario delle Beate Capitanio e Gerosa, ospitate in due urne al fianco dell’altare maggiore. L’interno è ricoperto di mosaici, che danno al santuario un aspetto interessante. Di grande interesse è il piccolo museo che racconta la storia e la vita quotidiane delle genti loveresi. Vicino all'ospedale, è possibile visitare il monastero di Santa Chiara, tuttora custodito dalle monache Clarisse. Di origine antichissima, IX secolo, è l’Oratorio di San Martino, dovuto probabilmente ai monaci di Tours. Per ultimo è da visitare il Santuario di San Giovanni, edificato nel XV secolo e posto sul culmine del monte Cala. Dal posto si gode di una vista che spazia su buona parte del Lago e zone circostanti; inoltre si presta per un ristoratore pic nic.

Lasciate le visite del sacro, eccovi quelle più laiche. In un edificio neoclassico è ospitata l’Accademia Tadini, che accoglie molte opere, tra cui alcune sculture del Canova, dipinti del Tiepolo, del Pitocchetto, di Hayez e altri artisti. L’Accademia ospita anche il Museo naturalistico, una scuola di disegno e di musica, e offre, durante tutto l’anno, avvenimenti culturali di vario interesse. Di fronte alla basilica di Santa Maria in Valvendra si trova Palazzo Bazzini, edificato nel 1616 dal condottiero Adorno Bazzini. In questo periodo il palazzo è in fase di ristrutturazione per cui le visite non sono permesse. Cuore del borgo è Piazza Vittorio Emanuele II, altre vedute sono il palazzo del Podestà, la Torre Civica, che porta ancora le insegne della dominazione veneta, la Torre Alghisi di epoca medievale.

Moltissimi sono gli eventi offerti da questa località lacustre, tra cui un’importante scuola di vela. È possibile imbarcarsi dall'imbarcadero di Lovere per una gita sul lago, visitando Monte Isola e altre località lacustri, quali ad esempio Iseo e Sarnico. Dal 29 marzo al 15 giugno vige l’orario primaverile; comunque presso l’Agenzia Turistica di Lovere si possono avere tutte le informazioni in merito. Lovere, da Milano, sono ottantanove chilometri, si raggiunge dall'autostrada A4 uscendo al casello di Seriate per immettersi sulla SS42 che vi porterà diretti al borgo. Tempo di percorrenza non più di due ore. È possibile giungervi anche con il pullman che parte da Sesto San Giovanni, o via treno, scendendo alla stazione di Bergamo per poi prendere una corriera diretta a Darfo Boario Terme.

Vedi anche tutte le altre proposte per una gita fuori porta.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964