• Home
  • FUORI PORTA
  • Il Sentiero delle espressioni in Valle Intelvi: strane creature nel bosco

Il Sentiero delle espressioni in Valle Intelvi: strane creature nel bosco

sentiero delle espressioni valle intelvi comoPoiché primo o poi, speriamo prima che poi, questo coronavirus lascerà in pace la nostra bella Italia, e sicuramente quando avverrà si avrà voglia di uscire e riprendere, in meglio, la quotidianità, vi propongo un itinerario nel bosco dove è possibile imbattersi in "strane creature" che, mute, ci osservano.

Il luogo si trova sul Lago di Como, precisamente in Val d'Intelvi, ed è chiamato il "sentiero delle Espressioni".

Vediamo ora come arrivarci. La partenza è in località Posa, siamo a 840 m.l.m., dove, seguendo il simbolo giallo segnato su appositi paletti, si raggiunge in non più di mezz'ora, l'Alpe Nava dove inizia il percorso boschivo per incontrare le lignee creature. Ve ne sono molte e tutte diverse, dal saggio gufo a personaggi piuttosto buffi; un percorso particolarmente apprezzato dai bambini.

Continuando il cammino si arriva in una splendida conca posta a 1096 metri di quota, accolti da un piacevole laghetto e dall'Agriturismo "La Pratolina", dove è possibile ristorarsi un attimo. Una volta ripreso vigore ci si incammina, per una ventina di minuti, per raggiungere la sommità del Monte Comana, 1210 metri di altitudine. Dal Monte la vista spazia in un vasto orizzonte, dove è possibile identificare la Grigna e il Resegone.

Visto il panorama e fatte le opportune fotografie di rito, si è pronti per il rientro, ripassando nel bosco ma, rimanendo in cresta, si prosegue per il "Roccolo del Messo", indi per la "Colma di Binate" che si raggiunge seguendo il sentiero denominato "La Conca di Schignano". Ivi giunti si deve raggiungere la località "Crocette" e poi, seguendo la mulattiera, si arriva al "Sasso Gordona", dove si incontrano ancora le "strane lignee creature" e anche visitare le trincee della "Linea Cadorna".

A questo punto è tutta una discesa che chiude il percorso ad anello. Tuttavia nella frazione di Occagno e nel centro storico di Schignano ritroviamo le ormai conosciute "creature".

Tutto questo è opera di una collaborazione tra l'Associazione Culturale la M.A.SCH.E.R.A. di Schignano, l'ERSAF e il Comune di Schignano, messa in loco dal 2014.

Come arrivare

Si percorre la A9 e si esce a Lago di Como, indi si imbocca la SS340, panoramica sul Lago, sino a raggiungere Argegno e da qui, prendendo la SP15 si prosegue verso Schignano/Erbonne. La strada non è molto larga e vi sono parecchi tornanti, in compenso è ben asfaltata. Seguendo gli opportuni cartelli marroni con l'indicazione "Sentiero delle Espressioni" si raggiunge la frazione "Posa" e qui parcheggiare per iniziare l'avventura. 

La passeggiata è adatta anche a genitori con bambini, purtroppo non a carrozzine o passeggini. Da non dimenticare è di indossare abbigliamento e scarpe adatte per camminare in montagna, non disdegnando di mettere nello zaino, oltre al beveraggio e qualche tavoletta di cioccolato fondente, anche una mantellina per la pioggia, perché in montagna un acquazzone improvviso è sempre possibile.

E allora... buona passeggiata alla faccia del corona virus.

Leggi anche:

Milano, gite fuori porta

Monte Isola: gita fuori porta da favola

Gita fuori porta alle ville di Corbetta

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964