• Home
  • FUORI PORTA
  • La Lombardia Orientale Regione Europea della Gastronomia 2017

La Lombardia Orientale Regione Europea della Gastronomia 2017

lombardia orientale 1La Regione Europea della Gastronomia o European Region of Gastronomy è un progetto europeo che promuove una migliore qualità della vita, da raggiungere utilizzando una solida cultura alimentare, l’educazione alla salute, il rispetto della sostenibilità e la promozione dell’innovazione gastronomica.

Il riconoscimento Regione Europea della Gastronomia nasce grazie a IGCAT, l’istituto internazionale di gastronomia, cultura, arte e turismo, lo stesso cui si devono altre iniziative quali ad esempio il riconoscimento di Capitale della Cultura.

Sono titoli che permettono alla regione o alla città che li ottiene di promuoversi, facendo comunicare tra loro enti normalmente separati, come ristoranti, albergatori e altre attività ricettive, enti del turismo, artigiani e imprese ma anche piccole e medie imprese, start up digitali e tanti altri soggetti che collaboreranno insieme, per un anno intero.

Per il 2017 sarà la Lombardia Orientale a rappresentare tutto questo, le città di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova hanno presentato la propria candidatura nel 2014 e il progetto definitivo nel luglio del 2015.

La storia e i progetti sono consultabili al sito eastlombardy.it, che diventa Ea(s)t Lombardy, con l’esortazione a mangiare lombardo dell’Est, già inserita nel nome.

Le quattro città hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento e stanno già lavorando per valorizzare l’offerta enogastronomica integrandola nel palinsesto turistico e di promuovere una filiera locale sostenibile.

Promuovere le proprie eccellenze alimentari, sia in Italia che all’estero, è vedere modi nuovi per proporre prodotti secolari: vino, salumi, salse, dolci, paste fresche e secche, frutta e verdura sono sulle tavole degli italiani da sempre.

Le proposte spaziano ben oltre il settore alimentare, come un giro in trattore, nei campi delle antiche abbazie della Franciacorta, in compagnia di chi quei campi li lavora ancora oggi, una gita in barca sul lago di Garda per uno Spritz tour o un Romantic tour, tutti accompagnati da ricchi buffet e cene à la carte, visite alle meraviglie del luogo, panorami e tramonti, giri a piedi, con o senza le racchette del Nordic Walking, nei vigneti, laboratori di cucina scientifica, show cooking e corsi di cucina sono solo alcune delle proposte che completeranno il programma di Lombardia Orientale 2017.

Le città d’arte del Circuito che partecipano sono al momento Bergamo, Brescia e Cremona, con tesori locali alimentari ben noti, dalla pasta fresca al vino, dai salumi ai formaggi ai dolci.

Bergamo può fregiarsi del titolo di capitale italiana dei formaggi, tra Formai De Mut dell’Alta Val Brembana, Strachítunt, Taleggio, Gorgonzola, Bitto, Grana Padano, Provolone Valpadana, Quartirolo Lombardo, Salva Cremasco, oltre al salame e tutti i vini prodotti tra colli e valli: Valcalepio, Scanzo, Grumello solo per citare i più famosi.

Brescia per Lombardia Orientale proporrà vari festival ed eventi, come Golositalia, Sagra del Manzo all’Olio, Cantine Aperte, Brescia con Gusto, Franciacortando, Settimana della Tinca al forno e così via fino a dicembre.

Cremona porta in dote al progetto Lombardia Orientale una ricchezza che viene dal Medioevo, il torrone, che si dice inventato per le nozze di Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti nel 1441.

Tantissimi anche i prodotti tutelati dai marchi DOP e IGP, come il Salame Cremonese, il Grana Padano, il Provolone Valpadana e il Salva Cremasco, eccellenze che ben si abbinano con quelle turistiche della città.

La Lombardia Orientale aspetta i suoi visitatori per un 2017 da ricordare, sotto il segno di Ea(s)t Lombardy!

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.