Lodi

  • Stefano Todisco

Lodivecchio Chiesa San BassianoLa doppia storia di questa città ha origine coll’abitato romano, Lodi Vecchio, distante 7 km da Lodi.

Nel 49 a.C. la città divenne colonia romana col nome di Laus Pompeia. Presso le rive del fiume Adda, nei pressi della chiesa della Maddalena a Lodi, si trovava il tempio di Ercole “lodigiano” (Hercules laudensis).

Il primo vescovo, Sergio Bassiano, fece erigere nel IV secolo d.C. una basilica, dedicata poi nel X secolo ai Dodici Apostoli mentre tuttora è possibile vedere, a pochi passi dal centro storico di Lodi Vecchio, i resti delle fondamenta della chiesa di Santa Maria, di IV secolo.

Del centro romano sono stati trovati resti dell’anfiteatro, del teatro e delle mura perimetrali, rimaste in piedi fino alla prima distruzione della città, avvenuta nel 1111 ad opera delle milizie di Milano.

Una seconda distruzione, causata da scontri politici con Milano, si consumò nel 1158. Nello stesso anno l’imperatore Federico Barbarossa si impegnò a ricostruire la città laddove era il porto fluviale romano: l’odierna Lodi sulle rive dell’Adda. Testimone di questo periodo turbolento è il castello, parzialmente distrutto, eccetto alcune fondamenta e una torre cilindrica.Lodivecchio Cattedrale Santa Maria

Il Duomo è la basilica cattedrale della Vergine Assunta, fondato nello stesso giorno della ricostruzione del Barbarossa con alcuni materiali di reimpiego della distrutta città romana. in stile romanico, è tuttora una delle più grandi chiese del nord Italia.

La chiesa di San Francesco risale alla fine del Duecento e si presenta con una facciata quadrilatera a due bifore a cielo aperto, tipiche dell’architettura sacra del gotico norditaliano.

 

Bibliografia

AA.VV. 2004, Lombardia. Introduzione a una didattica dei territori.

Vai alla pagina Milano, gite fuori porta

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI