• Home
  • FUORI PORTA
  • Montebello della Battaglia: gita fuoriporta nell'Oltrepò Pavese

Montebello della Battaglia: gita fuoriporta nell'Oltrepò Pavese

Poiché tornerà ancora il tempo delle gite fuori porta, è cosa saggia informarsi sui vari e possibili itinerari.

In questo articolo vi voglio proporre una gita culturale oltre che ricreativa, e precisamente a Montebello della Battaglia. La località si trova nell'Oltrepò Pavese, in provincia di Pavia.

L'etimologia del nome potrebbe derivare dal fatto che il paese è ubicato in cima a una collina, oppure dal latino "mons belli" (monte della guerra) in riferimento alla battaglia di Clastidium, l'odierna Casteggio, avvenuta tra i Romani e i Galli Insubri.

montebello beccaria 2Nel Medioevo, precisamente nel 1094, il casato del cavaliere Uberto Delconte donò all'ordine dei Benedettini la già esistente chiesa romanica dedicata ai santi Gervasio e Protasio, sorta nell'anno 1000. Presto l'edificio divenne un convento e attorno ad esso si andò formando il paese. Il tutto apparteneva a Piacenza, ma nel 1164 Federico Barbarossa lo tolse a Piacenza e lo assegnò a Pavia.

Undici anni dopo, grazie alla mediazione dei Benedettini, si evitò uno scontro armato tra il Barbarossa e la Lega Lombarda proprio a Montebello, stipulando una tregua detta "pace di Montebello".

Vi sorgeva anche un piccolo ospedale, detto di Santa Caterina, che offriva ospitalità ai pellegrini diretti a Roma o a Santiago di Compostela. Il feudo passò poi sotto l'egida dei Visconti che insignirono la famiglia Beccaria del titolo di Conti di Montebello. Nel 1631 il feudo passò in mano spagnole. Nel 1743, con il trattato di Worms, che era un alleanza tra la Gran Bretagna, l'Austria e il Regno di Sardegna, Montebello entrò a far parte del Regno di Sardegna, che aveva come provincia Voghera. Era ora sotto il controllo dei Savoia.

Le due storiche battaglie di Montebello

Due furono le battaglie storiche che si combatterono a Montebello, la prima avvenne nel 1800 dove i Francesi sconfissero gli Austriaci, mentre una seconda battaglia, preludio all'unificazione italiana, avvenne il 20 Maggio 1859 dove il colonnello De Sonnaz al comando della cavalleria sardo-piemontese e il generale Forey comandante della fanteria francese, costrinsero le forze austriache a ritirarsi al di là del Po. In ricordo di questa battaglia un D.P.R. Del gennaio 1958 il comune ricevette la nuova denominazione di "Montebello della Battaglia".

Cosa vedere a Montebello della Battaglia

Molte sono i luoghi d'interesse da vedere nella località, li cito brevemente.

  • Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio.
  • Cappella Lomellini, eretta nel 1890, con l'utilizzo di parti provenienti dal Lazzaretto di Milano.
  • Chiesa di Santa Maria in Loretana. Cinquecentesca con un'unica navata.
  • Castelli e Palazzi:
    • Castello Beccaria.
    • Castello Rosso è il Palazzo Bellisomi.
    • Palazzo Dal Pozzo.
    • Palazzo De Ghislanzoni.
    • Villa Gatti.
    • Villa Lomellini.
    • Villa Maresco.
    • Villa Serpi.
    • Villa Veniali.

Vi sono anche molte cascine rurali e storiche, cito le più interessanti da vedere:

  • Cascina dei Frati.
  • Cascina Genestrello.
  • Cascina Ghiringhelli.
  • Cascina Monticelli.
  • Cascina Roccolo.

Vi consigliamo anche di visitare l'Ossario "Bell'Italia", in onore dei Caduti nella Guerra d'Indipendenza. Altra visita è al Monumento commemorativo Prima Guerra Mondiale, che si trova al Parco Lancieri di Montebello. Bella anche la statua "Il Cavalleggero", in marmo di Carrara, e si trova in Piazza Indipendenza.

I diversi livelli del paese sono collegati con i cosiddetti "Scaloni", in pietra, sassi e terra battuta.

Montebello della Battaglia è gemellato con il comune di Palestro.

Nel mese di Maggio si svolge la Commemorazione della Battaglia del 1859, un interessante momento da non perdere.

Per arrivare a Montebello della Battaglia si raggiunge la città di Pavia e da qui per la tangenziale Casteggio – Voghera si raggiunge la località.

Una gita fuori porta istruttiva e interessante.

Leggi anche:

Milano, gite fuori porta

Cowboyland: il Far West per grandi e piccini

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964