Navigli di Milano: storia e locali

naviglio grande cjfLa storia dei Navigli milanesi inizia nella seconda metà del XII secolo con la costruzione del primo tratto navigabile. Milano è una città percorsa dall'acqua, solcata da fiumi e da canali regolati da ingegnosi accorgimenti tecnici.

Il primo canale, il Ticinello, venne inaugurato nel 1179 e con i suoi 50 km di lunghezza diede il via alla costruzione del Naviglio Grande.

Grandi ingegneri avviarono il progetto che ancora oggi possiamo ammirare grazie all'innovativo sistema di chiuse ideato da Leonardo da Vinci verso la fine del Quattrocento. Nel corso degli anni i Navigli furono molto trascurati e nel 1977 lo Stato consegnò la gestione del Naviglio della Martesana alla Regione, che nel 1980 avviò un progetto di rivalorizzazione della zona. I Navigli un tempo erano molto popolari ed erano il ritrovo di negozietti e mercatini.

Attualmente la zona dei Navigli è caratterizzata dalla presenza, di tanti artisti, modelle, musicisti e giovani universitari grazie alla presenza di numerosi locali e ristoranti che fanno di questa zona di Milano un vero polo attrattivo.  L’atmosfera che si respira ai Navigli è davvero molto particolare ed il panorama circostante è davvero emozionante da ammirare.

Nella Milano da bere, la città del design, della moda e dell’Expo2015, esistono ancora molti posti e angoli che profumano di storia e di antico. Passeggiando per una delle zone più caratteristiche della città, zona Navigli, nascosto tra bar e ristoranti, si trova il fantastico Vicolo dei Lavandai.

Naviglio Grande

naviglibynight

Il Naviglio Grande è il più antico dei canali milanesi e fu realizzato nel 1179 con la funzione di irrigare le campagne milanesi e solo successivamente nel 1270 fu preso in considerazione anche come canale navigabile.
Il Naviglio Grande nasce dal Ticino e raggiunge il centro di Milano, è lungo 48,5 km, largo tra i 12 e i 40 metri e profondo da 1 metro a quasi 4 metri.
Il trasporto delle merci avveniva su barconi che, una volta giunti alla Darsena venivano smistati nella cerchia dei navigli.
Attraverso questo corso d'acqua infatti si trasportava il marmo destinato alla costruzione del Duomo di Milano.
Ancora oggi si può ammirare l'innovativo sistema di chiuse ideato da Leonardo da Vinci verso la fine del Quattrocento.


Naviglio Pavese

Il Naviglio Pavese, iniziato verso il 1365, nasce a Milano dalla Darsena e arriva fino a Pavia dove confluisce con il Ticino dopo aver corso su più di 30 km. Il Naviglio Pavese che venne utilizzato fino al secolo scorso per la navigazione mercantile ora è un'attrazione serale visti i numerosi locali che qui animano la vita notturna milanese.
Oltre a ristoranti, pub e discoteche, sono caratteristici i barconi ormeggianti in modo stabile sulle sue acque che da mezzi di trasporto per la sabbia sono ora diventati veri e propri locali frequentati da giovani dove chiacchierare tra un drink e l'altro.

Naviglio Martesana

Il Naviglio Martesana, completato nel 1496 sotto la guida di Ludovico il Moro, percorre 38 chilometri da Trezzo sull’Adda a Milano affiancando l'antica strada romana (l'attuale SS 11 padana superiore). Viene utilizzato ancora oggi per l'irrigazione dei campi. Lungo il Naviglio della Martesana è presente una pista ciclabile che collega Milano all'Adda.

Come arrivare ai Navigli: i Navigli si trovano in zona Porta Genova (MM linea verde). Con il bus linee 94, 3.

navigli milanoCosa vedere nelle vicinanze: 
• Sant'Eustorgio Church and Portinari Chapel
• Navigli area and boat cruises
• Via Savona – Via Tortona new urban site (former industrial area)
• Tuesday and Saturday market

Leggi anche:

Vai alle Informazioni Turistiche
Idroscalo di Milano

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.