Palazzo Mezzanotte a Milano, visita con il FAI

palazzo mezzanotte milanoIn occasione della giornata FAI di primavera 2017, tra le opportunità offerte vi è anche la visita al Palazzo Mezzanotte, più conosciuto come Palazzo della Borsa, e che si trova in Piazza degli Affari a Milano.
 
Vediamo di conoscere un po’ meglio la sua storia. È però doveroso precisare che la Borsa di Milano ha, da sempre, anche quando erano presenti Borse di Venezia, Trieste e Roma, rappresentato la piazza più importante del Paese. Oggi s’identifica in Borsa Italiana.
 
La Borsa Valori di Milano è nata nel 1808 per volontà di Eugenio di Beauharnais, viceré del Regno d’Italia, e fu collocata presso il Palazzo del Monte di Pietà, fabbricato voluto da Ludovico il Moro nel 1482. Dato gli spazi angusti, l’anno successivo gli scambi furono trasferiti in Piazza Mercanti presso il Palazzo dei Giureconsulti, costruzione voluta dal futuro papa Pio IV e che accoglieva il “Collegio dei Nobili Dottori”, che erano coloro che dovevano occuparsi della gestione della città milanese, e oggi sede della Camera di Commercio.
 
Palazzo Mezzanotte fu edificato tra il 1927 e il 1932, e il committente fu la Camera di Commercio milanese, che incaricò l’architetto Paolo Mezzanotte. Questi nasce a Milano nel 1878 e muore, a Inverigo, nel 1969. È stato architetto, pittore e storiografo, esponente della corrente Liberty e del neoclassicismo.
 
Tuttavia, la Borsa milanese, prima di stabilirsi definitivamente in Palazzo Mezzanotte, trovò ospitalità in altri palazzi milanesi. Ho già citato il Monte di Pietà e il palazzo dei Giureconsulti, ma nel 1901, l’architetto Luigi Broggi, inaugurò una nuova sede in Piazza Cordusio, che si dimostrò, con passare degli anni, insufficiente per le crescenti attività finanziarie.
 
Per questo motivo nel dicembre del 1925 il senatore Angelo Salmoiraghi, deliberò l’acquisto di Palazzo Turati sito in Via Meravigli, che allora era sede dell’Unione Cooperativa di Milano, per adattarlo alle nuove funzioni di borsa.
 
Il Mezzanotte fu incaricato di predisporre il progetto per trasformare il palazzo Turati, si rese conto che i nuovi lavori avrebbero snaturato la struttura del palazzo, per cui si decise di procedere alla costruzione di un palazzo per la Borsa completamente nuovo, nacque così Palazzo Mezzanotte. È interessante sapere che durante la sua costruzione furono scoperti i resti di un teatro romano, i cui ruderi sono nel sottostante edificio.
 
La facciata, in puro stile Novecento, è alta 36 metri, poggiando su una scalinata realizzata in blocchi di marmo Travertino. Ospita sculture raffiguranti i quattro elementi naturali, considerati fonti di ricchezza economica. La sala più importante è la grande “sala delle grida”, dove erano eseguite le contrattazioni “a chiamata”. In alto un grande velario in vetro raffigurante la volta celeste e le sue costellazioni, illumina la stanza. Oggi la tecnologia ha “invaso” anche la Borsa, mettendo così fine alla “Borsa gridata”.
 
In occasione delle giornate FAI di primavera, sarà possibile visitare Palazzo Mezzanotte dalle ore 10.00 alle 18.00 - ultimo ingresso alle 17.30 – nei giorni di sabato 25 e domenica 26 marzo.
 
La Borsa di Milano si può raggiungere con la MM linea rossa, fermata Cordusio, linea verde, fermata in Cadorna, linea gialla, fermata Duomo, e con i diversi i mezzi di superficie che raggiungono il centro cittadino. 

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI